Un biliardino per il carcere. Il dono del Cral della Provincia

I bambini potranno giocare nella Ludoteca durante i loro colloqui con i padri detenuti

Un biliardino per il carcere. Il dono del Cral della Provincia
Un biliardino per il carcere. Il dono del Cral della Provincia

Un biliardino per rendere meno doloroso l’incontro in carcere tra i padri detenuti e i loro figli. Ora è nella Ludoteca della casa circondariale di Massa, dono del Cral della Provincia ai bambini che dora potranno giocare durante i colloqui. Un dono speciale che è stato consegnato da Simone Corazzini e Simone Iacopini, in rappresentanza del Cral, insieme al presidente della Provincia Gianni Lorenzetti. Il Cral ogni anno sceglie di fare una donazione a un’associazione del territorio e questa volta ha deciso di finanziare la sede di Massa Carrara della Fondazione Sos il TelefonoAzzurro Ets che, da quasi 20 anni, porta avanti all’interno della Casa di Reclusione di Massa il progetto ‘Bambini e Carcere’, che si occupa dei minori figli di genitori detenuti. Grazie alla direttrice del carcere Antonella Venturi, alla Comandante della Polizia Penitenziaria Amalia Cucca e all’Area Educativa, rappresentata da Elena Ghiloni, è avvenuta la consegna del biliardino donato durante il colloquio in ludoteca e nell’area verde, sorpresa inaspettata soprattutto per i bambini presenti.

La Fondazione SoS il Telefono Azzurro Ets tutela e sostiene bambini e adolescenti che devono rapportarsi con la realtà carceraria per tutta la durata della pena del genitore detenuto. Un progetto destinato ai minori che vanno in visita negli istituti penitenziari per incontrare e si pone l’obiettivo di supportare la loro permanenza nell’istituto di pena allestendo spazi a misura di bambino e con la presenza di volontari formati. Nel carcere di Massa operano volontari che vengono accompagnati da una formazione iniziale e sostenuti con momenti di approfondimenti e sostegno.

Il ruolo dei volontari è quello di favorire gli incontri delle famiglie all’interno della Ludoteca usando “il gioco” come strumento di relazione. La Ludoteca ospita i bambini e le famiglie in un ambiente idoneo con un clima sereno ed accogliente, inoltre è possibile svolgere il colloquio in ludoteca per i minori fino ai 14. Il Cral della Provincia, a conoscenza delle finalità del progetto, e dell’importanza del “gioco” per il rapporto ha ritenuto di donare il biliardino, un gioco che coinvolge padri e figli. Non sono mancate anche donazioni di materiali per disegnare. Al Cral della Provincia vanno i ringraziamenti delle volontarie del Progetto, la cui referente è Mariagiovanna Guerra, della direzione della Casa di Reclusione di Massa, oltre a quelli di Fondazione Telefono Azzurro ETS, nella persona del coordinatore nazionale del Progetto Bambini e Carcere Valentina Iannilli. Chi fosse interessato a conoscere i progetti di Sos IL Telefono Azzurro ETS , in particolar modo il progetto Bambini e Carcere, ed a dedicare un po’ del suo tempo al volontariato, può visitare il sito www.azzurro.it