Studenti pronti al lancio delle sonde aerospaziali

A Aulla, studenti del liceo 6 aprile lanciano radio sonda verso la stratosfera. Progetto ambizioso sulla fragilità dell'ecosistema. Supporto dell'Aeronautica militare. Prossimi lanci a Villafranca.

Studenti pronti al lancio delle sonde aerospaziali

Gli studenti durante il recupero della sonda lanciata nel 2023

Ormai ci siamo: tra due settimane Aulla vedrà per la prima volta il lancio di una radio sonda nella stratosfera. I ragazzi del licei statali lunigiano 6 aprile ad Aulla negli spazi del belvedere vicino alla scuola. Un esperimento ancora più ambizioso dei due condotti al ‘Da Vinci’ di Villafranca lo scorso anno. Coinvolti quaranta studenti delle tre sedi, il gruppo LuniSpace, e i ragazzi del gruppo teatrale. ‘La fragilità dell’ecosistema, metafora della nostra fragilità’ il titolo del progetto di cui è docente di riferimento Stefano Gaffi, mentre per il teatro c’è Annalisa Arrighi. "Per il primo dei tre lanci ad Aulla – raccontano i ragazzi – saremo a scuola molto presto la mattina per preparare tutto, l’attrezzatura per il lancio, la regia televisiva per la diretta. Secondo i calcoli effettuati il pallone dovrebbe dirigersi verso est e arrivare anche nei Balcani. Non sarà recuperabile: l’obiettivo è superare il record dei 50 chilometri di altezza. Speriamo di farcela".

Il gruppo è compatto, perfetta la divisione dei compiti. Ai calcoli hanno pensato Vittoria Bini, Andrea Convertino, Serena Gaffi, Maria Chiara Negrari, Sebastiano Maria Rustighi, Paola Zampini, Emanuele Pasqualetti. E sono riusciti a ottenere aiuto dall’Aeronautica militare che ha fornito dati di pressione in quota. Ieri mattina i ragazzi hanno partecipato, in collegamento, a un evento per la Giornata mondiale della meteorologia raccontando la loro esperienza e i progetti futuri. Gli altri due lanci, il 27 aprile alle 11 e il 10 maggio in notturna, da Villafranca. I primi saranno su invito (per partecipare tel. 0187 493092), il terzo aperto a tutti.

Monica Leoncini