"Ormai dirigiamo dei carrozzoni senza il personale necessario"

L’amarezza della preside Baracchini: "No a decisioni su logiche territoriali"

"Ormai dirigiamo dei carrozzoni senza il personale necessario"
"Ormai dirigiamo dei carrozzoni senza il personale necessario"

Entra nel vivo il dimensionamento scolastico e rischia di penalizzare ancora una volta il territorio lunigianese e i suoi servizi. Le istituzioni scolastiche candidate agli accorpamenti richiesti dalla normativa nazionale sono quelle con un numero di alunni inferiore a 600, limite che si riduce a 400 nel caso dei comuni montani della Lunigiana. Gli istituti in bilico sono il Bonomi di Fosdinovo (247 studenti), il Tifoni di Pontremoli (375), il Liceo Marconi di Carrara (540), IC Massa 6 (581), il Malaspina di Massa (594). Tra questi uno solo potrà salvarsi dalla scure.

Sono infatti 4 le operazioni di accorpamento con istituti normodimensionati. Potrebbe essere prevista la fusione degli istituti comprensivi di Massa 6 e Malaspina di Massa. Ma pare che sia nato un orientamento che punta invece sull’accorpamento dell’istituto comprensivo Tifoni con il Ferrari a Pontremoli. La perdita dell’autonomia significa cancellare un dirigente scolastico e uno amministrativo. Ieri mattina si sono svolte due video call con sindaci e presidi, ma senza arrivare al verdetto rimandato al pomeriggio al consiglio scolastico provinciale.

"Le valutazioni di ordine tecnico e pedagogico vanno bene, ma se si fanno scelte su logiche territoriali non sono più tanto interessata a discuterne – spiega la dirigente scolastica del Pacinotti Belmesseri Lucia Baracchini – L’istituto che guido è stato accorpato 5 anni fa in grande silenzio, senza che si levasse alcuna voce dissenziente. Poi però ci siamo noi a dover dirigere un carrozzone allucinante. Non abbiamo un direttore dei servizi generali e amministrativi, ma solo facenti funzione con il 70 per cento di turn over all’anno. Se uno non le vive queste esperienze non può sapere che cosa significa, sul tavolo si fa tutto, ma poi il piatto piange. Mi sono permessa di dire nella call che non è possibile che siano accorpati gli istituti Ferrari e Tifoni e che poi vadano in reggenza perché non ci sono i dirigenti e vedremo che cosa viene fuori. Tutti gli altri presidi sono d’accordo nell’andare in questa direzione, ma ancora non è stato deciso".

Ma che cosa succede quando scatta un accorpamento? Diminuisce solo il personale Ata ? "Il personale viene assegnato alle istituzioni scolastiche sulla base delle caratteristiche dell’istituto – spiega la dirigente – e poi ci sono delle aggiunte sulla base di altre variabili, ma è ovvio che con due realtà accorpate il personale non basti più. Come preside ho subito una fusione e quindi ho esperienza di come vanno le cose. Comunque sia non è che mettendo insieme due istituti si risolvano problemi di carenza di organico non insegnante, perché di personale fisso non ce n’è, cambia ogni anno. Al contrario aumentano le difficoltà, poi se assicurano l’organico stabile è un’altra situazione".

Natalino Benacci