"MutaMenti: Un Viaggio Musicale tra Brasile, Jazz Italiano e Serie TV"

MutaMenti, la rassegna itinerante dell'Istituto Valorizzazione Castelli, offre una varietà di concerti che spaziano dalla musica brasiliana ai classici jazz italiani, passando per le sigle delle serie TV anni '70-'80. Il sassofonista Michael Rosen chiude la rassegna al Teatro dei Servi di Massa. Biglietti a 7€.

MutaMenti, la rassegna itinerante realizzata dall’Istituto Valorizzazione Castelli e affidata alla direzione artistica di Max De Aloe, apre oggi la seconda sessione del 2023 a Fivizzano. Il Museo di arte Sacra di San Giovanni degli Agostiniani ospiterà stasera alle 21.30 il trio della cantante Lara Bertelloni, che assieme a Gino Pasquini, al pianoforte, e Nino Pellegrini al contrabbasso, farà un omaggio alla musica brasiliana, ma non solo. Dal Sud America attraverso alcuni standard jazz, il concerto arriverà a proporre meravigliosi brani del jazz italiano. Dopo il concerto Francesco Leonardi accompagnerà il pubblico del festival in una visita alla scoperta della ’Veduta del Monte Forato’, il quadro del pittore Andrea Markò in prestito al Museo dalla Galleria di Arte moderna di Palazzo Pitti fino al 23 ottobre.

Domani (ore 21.30) MutaMenti si sposta a Bagnone e il registro musicale cambia. Gli 8 musicisti della Band 8 mm (8 millimetri) scelgono infatti una strada inconsueta per presentarsi e decidono di dedicare l’inter spettacolo alle sigle delle serie tv più note a cavallo tra gli anni ’70 e ’80. Un percorso che vuol rendere giustizia a brani dal valore musicale generalmente sottovalutato e a melodie rimaste nell’immaginario collettivo a volte ancor più delle stesse trasmissioni, coinvolgendo gli spettatori in un viaggio a ritroso nel tempo emozionante e divertente e ripercorrendo uno spaccato della storia della musica spesso trascurato. Dopo il concerto, Affamati di Musica, realizzato in collaborazione con la Pro Loco di Bagnone, accoglie musicisti e pubblico per un momento di scambio con degustazione di prodotti del territorio. Nel pomeriggio, invece, MutaMenti incontra ’La terra dei 100 castelli’, il weekend organizzato dall’Istituto assieme a Sigeric, la Pro Loco Castello di Comano, il Comitato Giovagallo Luogo Dantesco, i proprietari dei Castelli di Monti, Pallerone, Bastia, Tresana, Bagnone e della Verrucola, che domani e domenica saranno aperti al pubblico: Fortezza della Brunella, Castello di Pallerone, Castello di Bagnone, Castello di Comano, La Verrucola, Castello di Monti, Castello Malaspina a Massa, Castello Aghinolfi a Montignoso, Castello di Lusuolo, Castello del Piagnaro, Castello Malaspina di Giovagallo.

Domenica (ore 21.30) MutaMenti arriva sulla costa, al Teatro dei Servi di Massa, con un nome importante del jazz internazionale, amato dai più grandi della musica jazz, ma anche dalle star del pop nazionale e internazionale, il sassofonista newyorkese Michael Rosen. Rosen in trio con il pianista trentino Roberto Gorgazzini e il giovane contrabbassista Giulio Corini, presenta un progetto musicale nuovo costruito su una rilettura in formazione drumless di standard jazz spesso rimasti “in ombra”, brani presi da altri repertori e brani originali. Tutti i biglietti degli spettacoli cotano 7 euro.