Istituti Tacca e Zaccagna . Lavori a tutta birra nei due cantieri . Demolizione e recupero

Sopralluogo della Provincia, presidente e tecnici, in centro città e a Fossola per constatare lo stato dei lavori dei due edifici in ristrutturazione.

Istituti Tacca e Zaccagna . Lavori a tutta birra nei due cantieri . Demolizione e recupero
Istituti Tacca e Zaccagna . Lavori a tutta birra nei due cantieri . Demolizione e recupero

Proseguono i lavori alla scuola del marmo ’Pietro Tacca’ e all’istituto ’Zaccagna’, entrambi interessati da cantieri legati i finanziamenti del Pnrr. Di questi giorni il sopralluogo nelle due strutture del presidente della Provincia Gianni Lorenzetti e dei tecnici dell’ente. Un passaggio dovuto visto che la Provincia è la diretta interessata nella gestione degli istituti superiori, e di conseguenza ai cantieri aperti per migliorare le strutture scolastiche e dare risposta alle esigenze degli studenti.

La scuola del marmo è interessata da un progetto di restyling che ne prevede la demolizione e successiva ricostruzione per un totale di 3 milioni e 750 ìmila euro, mentre per lo ’Zaccagna’ il progetto prevede di costruire dietro l’istituto di Fossola una nuova palazzina con un investimento di 912mila euro. "Per quanto riguarda l’istituto Tacca dopo la demolizione siamo ora nella fase avanzata dei lavori per le nuove fondamenta – ha detto Lorenzetti a margine del sopralluogo –. La scuola sarà collocata nella stessa area e manterrà il medesimo ingombro plani-volumetrico, garantendo continuità con il passato, permettendo la realizzazione di questa struttura moderna e funzionale".

"I lavori all’istituto ’Zaccagna’ sono in uno stato ancora più avanzato – ha aggiunto Lorenzetti –. L’edificio in sostituzione della palazzina demolita avrà una superficie di 1.400 metri quadrati distribuiti su tre piani, con un volume complessivo di circa 5mila metri cubi. Un raggruppamento temporaneo di imprese locali si sta occupando dell’esecuzione dei lavori, garantendo un’attenzione particolare alla qualità del risultato finale. Questi interventi non solo rafforzano il nostro impegno per l’istruzione di qualità, ma contribuiscono anche al rilancio dell’economia locale attraverso la collaborazione con le imprese del territorio. L’educazione è la chiave per costruire un futuro migliore – ha concluso il presidente –, e questi progetti riflettono il nostro impegno a fornire strutture all’altezza delle aspirazioni dei nostri giovani. Continueremo a monitorare da vicino ogni fase dei lavori per garantire un risultato eccellente".