I “guardiani” dei corsi d’acqua Discariche eliminate dai volontari

L’impegno delle associazioni. Scoperto un sito di riproduzione con alcuni anfibi intenti a deporre le uova

I “guardiani” dei corsi d’acqua  Discariche eliminate dai volontari
I “guardiani” dei corsi d’acqua Discariche eliminate dai volontari

Successo in Lunigiana e a Massa del “Sabato dell’ambiente“ la pulizia mensile dei corsi d’acqua, organizzata dal Consorzio di Bonifica 1 toscana Nord insieme con associazioni di volontariato, Comuni e aziende dei rifiuti. L’evento si è svolto lo scorso fine settimana all’insegna dell’entusiasmo e grazie alla capacità organizzativa di ogni associazione, le curiosità da Pontremoli a Massa non sono mancate. A Fosdinovo la pulizia del torrente Isolone, a cura della Cuccia di MeMe si è trasformata in una passeggiata a sei zampe. I volontari del gruppo cinofilo sono scesi lungo le rive del torrente e a fine mattinata, mentre gli umani raggruppavano i sacchi di rifiuti raccolti, gli animali hanno approfittato per una rinfrescante corsa a pelo d’acqua. A Pontremoli Pietro Ravera Onlus ha come ogni mese ispezionato e pulito il tratto del fiume Verde: tanti (troppi) resti di picnic, segnale dell’arrivo della bella stagione e di una maggiore frequentazione del corso d’acqua. Sul Teglia e nell’invaso della Marana, c’era l’Osservatorio Raffaelli. I olontari hanno trovato un sito di riproduzione di anfibi intenti a deporre le uova.

La notizia ha entusiasmato tutti, perchè la presenza degli anfibi, che sono ottimi bioindicatori, segnala la buona qualità delle acque e dell’ecosistema. Massima cautela per non arrecare disturbo. A Filattiera, i volontari del CAI hanno eliminato una micro-discarica lungo il corso del Monia. Le immagini del prima e del dopo sono eloquenti; ogni piccolo pezzetto di plastica è stato tolto dalle sponde che ora sono perfette e pulite come dovrebbero sempre essere. La stessa situazione si è ripetuta agli occhi dei volontari dell’Alfa Victor, lungo la Gora del Mulino. Anche qui la discarica è stata debellata. Scendendo a valle, a Stadano Bonaparte, l’omonima associazione ha organizzato la pulizia del torrente Servola, coinvolgendo un gruppo di sei giovanissime di età compresa tra i 10 e i 13 anni.

Sono partite di primo mattino sorridenti ed emozionate e quel sorriso non si è spento nemmeno quando si sono trovate di fronte a una piccola discarica. Anche qui un video del prima e del “dopo la cura” testimonia la passione e la forza di questo gruppo che riesce a trasformare il volontariato in una festa, oltre che in un momento per veicolare alle nuove generazioni valori di civiltà e attaccamento al territorio. Dall’altra parte del fiume Magra, c’erano i volontari della pro loco ViviAMO Albiano che non solo hanno pulito i corsi d’acqua, ma si sono occupati anche di fare piccoli lavori per sistemare gli ambienti pubblici frequentati dai bimbi della zona: il parco giochi e il parco verde Sinfonie Musicali, dove il Consorzio ha messo a dimora alberi lo scorso anno insieme al Comune di Aulla.

Per finire un chilometro circa del Fiume Frigido, in località Poggio Piastrone è stato pulito dai rifiuti dal gruppo di pescatori Apuania Frigido. "Non finiremo mai di ringraziare i volontari delle associazioni che ogni mese si dedicano ai corsi d’acqua che hanno scelto di adottare - spiega il presidente del Consorzio Ismaele Ridolfi - La loro presenza lungo i fiumi è un valido aiuto per il Consorzio e per i comuni, perchè oltre a monitorarli ci aiutano a tenerli puliti rimuovendo rifiuti che col tempo diventano microplastica andando a colpire gli ecosistemi fluviali prima e marini poi".