Gli auguri della sindaca: "Nel 2023 gettate basi per progetti importanti. Ora li concretizzeremo"

Dal maxi concerto di Gabbani al percorso per l’ex Mediterraneo. La prima cittadina delinea i punti negralgici da affrontare da gennaio. "Molti cantieri aperti e grandi manifestazioni culturali nel paniere".

Gli auguri della sindaca: "Nel 2023 gettate basi per progetti importanti. Ora li concretizzeremo"
Gli auguri della sindaca: "Nel 2023 gettate basi per progetti importanti. Ora li concretizzeremo"

"Nel 2023 abbiamo gettato le basi per tanti progetti importanti, quest’anno ci aspettiamo di concretizzarne ancora di più". Si guarda al futuro in piazza 2 Giugno, ma prima la sindaca Serena Arrighi tira le somme dell’anno passato dove " assieme a tutta la giunta e con il supporto della maggioranza siamo riusciti a raggiungere tanti obiettivi, ma soprattutto abbiamo gettato le basi per numerosi progetti importanti – dice la sindaca Arrighi –. La lista è lunga, solo nelle ultime settimane del 2023 d’altronde abbiamo avviato l’internalizzazione del personale degli asili nido, siglato l’accordo per i nuovi contratti del Regina Elena e fatto partire l’iter per la creazione dell’osservatorio dei prezzi del marmo. Non solo, siamo già stati in grado di presentare tutta la programmazione culturale per il 2024 e siamo pronti per portare in consiglio comunale il bilancio preventivo. Tra gli obiettivi già raggiunti voglio poi sottolineare quanto è stato fatto per quanto riguarda il lapideo a cominciare dalla sigla di 57 convenzioni con le imprese escavatrici e la registrazione di 17 certificazioni Emas, per non dimenticare poi i continui tavoli di confronto con i tutti i protagonisti del mondo marmo: sindacati, lavoratori, imprenditori e associazioni di categoria coi quali stiamo discutendo delle prossime sfide che si chiamano filiera, tracciabilità, marchio del marmo, ma anche investimenti su cultura e formazione per andare a sviluppare un distretto che vada oltre alla escavazione tout court abbracciando tutto quello che ruota intorno al lapideo".

"Il 2023 – prosegue – è stato poi l’anno in cui ha aperto il primo Its della nostra provincia, ma anche quello in cui la nostra città è tornata a ospitare un grande evento come il concerto di Francesco Gabbani e ancora è stato l’anno in cui abbiamo concretizzato un’operazione di grande respiro e di fondamentali ricadute per tutto il territorio come quella che ha interessato Nausicaa e Imm-CarraraFiere, ma anche quello in cui con serietà, lavoro quotidiano e importanti investimenti, siamo riusciti a dare le gambe a tutti i progetti del Pnrr o quello in cui abbiamo riportato i cittadini al centro dell’agire politico confrontandoci con loro con il percorso partecipativo sull’ex Mediteranneo o con i tantissimi incontri di Fuori dal Comune. Nell’anno appena concluso siamo stati in grado di firmare un accordo storico come il protocollo di contrattazione sociale territoriale con i sindacati e di gestire con professionalità e umanità l’arrivo di più di mille migranti in fuga da guerra e fame".

Poi la sindaca conclude con gli auspici futuri come "continuare a lavorare nel solco di quanto abbiamo fatto finora, ma anche di cominciare a raccogliere sempre più i frutti del nostro impegno. Presto si concluderanno cantieri come quello per la nuova passeggiata del porto e tanti altri partiranno, ci saranno tante importanti iniziative culturali e numerose operazioni che abbiamo avviato troveranno il loro compimento. Sono consapevole che i problemi non manchino e che ci sia tanto da ancora da fare, ma sono fiduciosa che lavorando tutti assieme sapremo fare il meglio possibile per la nostra città".