Estrattivismo, emergenze, alternative Le montagne sotto osservazione

Un convegno all’Autorità Portuale organizzato dall’Arci con esperti e ambientalisti

Estrattivismo, emergenze, alternative  Le montagne sotto osservazione
Estrattivismo, emergenze, alternative Le montagne sotto osservazione

Sabato mattina alla Sala Conferenze dell’Autorità Portuale di Marina di Carrara si parla di Alpi Apuane e soprattutto delle risorse naturali di queste montagne durante il convegno organizzato da Arci Massa Carrara. “Risorse naturali delle Apuane. Un prestito dalle generazioni future, tra estrattivismo, emergenze e necessarie alternative” è proprio il titolo dell’iniziativa che si aprirà alle 9. "Le Apuane – sottolineano gli organizzatori - rappresentano un simbolo di cosa può accadere a un territorio quando il profitto prevale su tutto e tutti. Sono un bene preso a prestito dalle generazioni future sottratto alla collettività: proteggerle, rivendicarle e restituirle alla collettività sono le istanze alla base di questa giornata".

Interverranno ambientalisti ed esperti del settore. Raffaella Bolini, vice presidente Arci Nazionale, co-presidente Forum Civico Europeo, interverrà su Beni Comuni ed evoluzione dei rapporti sociali. Fausto Ferruzza , presidente Legambiente Toscana e responsabile nazionale paesaggio per Legambiente, su ‘Oltre la monocultura del marmo: biodiversità, paesaggio e attività sostenibili, fattori di un diverso modello economico’. Mauro Chessa presidente commissione Tutela Ambiente Montano del Cai, parlerà di “Divario tra percezione del disastro e strumenti di tutela del territorio: il Parco nazionale è la soluzione?”, in riferimento alla trasformazione giuridica del Parco regionale delle Alpi Apuane. Marco Parodi ricercatore Archivio Livio Maitan interverrà su “Crisi del modo di produzione capitalistico e alternativa ecosocialista”. Ildo Fusani, vicepresidente Circolo Arci ‘Chico e Marielle’ interverrà su ‘L’estrattivismo nei bacini marmiferi di Carrara e delle Alpi Apuane", Giuseppe Sansoni del comitato scientifico regionale di Legambiente su ‘Industria estrattiva, rischio idraulico, dissesto idrogeologico, inquinamento delle acque".

La presidenza del convegno è affidata a Raffaella Bolini, Adriana Riccardi presidente circolo Arci Massa Carrara che presenta l’iniziativa, e Cristina Baudone presidente Arci ‘Cico e Marielle’. In conclusione gli interventi dal pubblico e la discussione.