Donatella Castagnini, 58enne di Bonascola, stroncata da un infarto

Si è accasciata a terra ed è morta. Nessuna possibilità per i soccorritori di salvarla. Sembra sia stata colpita da un infarto la 58enne Donatella Castagnini, madre di due figli, ma sarà l’autopsia dei prossimi giorni a confermarlo. Una storia che si ripete, in una famiglia già martoriata dal dolore quando nel 2015 il fratello di Donatella, Francesco Castagnini, è stato stroncato da un infarto. La 58enne che lavorava al banco della carne nel Conad di Bonascola, insieme al marito andato in pensione da poco. Molto conosciuta nel paese di Bonascola dove risiedeva, dietro a quel banco aveva a che fare con tutti, così come i suoi genitori il babbo Quinto e la mamma Franca che negli anni 80 avevano una macelleria. "Era una persona splendida, con una famiglia di persone semplici, belle e oneste. - racconta don Piero Albanesi -, una grande lavoratrice, i suoi bimbi erano al catechismo in parrocchia da noi. Una grande perdita per la città". Un cordoglio dalla cittadinanza che si stringe attorno alla famiglia in ricordo di una persona "splendida dall’animo buono che sarà difficile da dimenticare", le parole di alcuni residenti.

Non è ancora stata decisa la data dei funerali che verranno celebrati da don Leonardo nella chiesa di Bonascola.

P.P.