Casa di comunità, c’è l’accordo. Sorgerà nell’area ex ferroviaria

Aulla, siglato tra Comune e Asl con la sottoscrizione del sindaco Valettini e della direttrice generale Casani. Il cronoprogramma da seguire sino a fine anno. Un finanziamento da quasi tre milioni di euro.

Casa di comunità, c’è l’accordo. Sorgerà nell’area ex ferroviaria

La casa di comunità offrirà servizi alla popolazione, focus sugli anziani

Casa di comunità di Aulla, c’è l’accordo di programma fra il Comune e l’azienda Usl Toscana Nord Ovest, con la sottoscrizione da parte del sindaco Roberto Valettini e della direttrice generale Maria Letizia Casani, che mette nero su bianco e fissa per entrambe le parti impegni ma anche il cronoprogramma da seguire almeno da qui alla fine dell’anno. La nuova casa di comunità di Aulla sarà infatti finanziata, come noto, tramite le risorse dell’articolo 20, destinate al programma straordinario di ristrutturazione edilizia e di ammodernamento tecnologico del patrimonio sanitario pubblico, per 2,56 milioni di euro e un cofinanziamento aziendale per arrivare al totale di 2,7 milioni.

L’area su cui deve sorgere nell’ex area ferroviaria e a tal proposito il 29 febbraio il Comune ha incaricato un tecnico per eseguire il frazionamento del lotto necessario a portare avanti la pratica urbanistica ed edilizia, così da conformare l’area alla proposta di variante semplificata e al progetto di fattibilità tecnica ed economica redatto dall’Asl. L’accordo di programma, quindi, va a formalizzare il consenso delle parti sull’ipotesi e rappresenta al tempo stesso l’atto sostanziale per la realizzazione della Casa di Comunità di Aulla, con l’indicazione delle tempistiche necessarie per l’ottenimento del finanziamento ex articolo 20, tenendo conto anche dei limiti temporali imposti dalla programmazione. All’interno dell’accordo, Comune e Asl convengono "che l’edificio della Casa di comunità di Aulla sia realizzato nell’area ex Ferroviaria" e che la stessa "ben si inserisce nel contesto urbano dal punto di vista volumetrico, spaziale e dei flussi veicolari e pedonali, presenza del trasporto pubblico, con un inserimento rispettoso ed a minor impatto possibile nel quadro paesaggistico circostante, sarà formata da 1 piano fuori terra oltre ad adeguate aree di parcheggio. La disponibilità del terreno sarà assicurata all’azienda Usl tramite la cessione in proprietà del terreno di cui trattasi da parte del Comune di Aulla". I tempi. Entro la metà di marzo, l’Asl ha completato la progettazione definitiva della nuova Casa di comunità mentre deve acquisire la proprietà dell’area entro il 15 aprile.

Sempre l’azienda sanitaria regolerà le spese di bonifica come da decreto della Regione Toscana per l’area di propria competenza e pari a circa 527mila euro. Inoltre presenterà entro il 13 dicembre alla Regione la richiesta di ammissione al finanziamento ex articolo 20 con la presentazione del progetto definitivo. Il Comune di Aulla deve frazionare le particelle catastali del lotto e a stipulare il contratto di compravendita per la cessione dell’area all’azienda sanitaria oltre ad adottare, entro il 31 marzo, la variante semplificata al Regolamento Urbanistico a seguito del compimento dell’iter di esclusione di VAS, conformando il lotto originario a quello in relazione al quale l’Azienda USL Toscana Nord Ovest ha redatto il progetto di fattibilità tecnica ed economica.