"Sono lusingato ma non mi candiderò"

Remo Santini, assessore al Turismo del Comune di Lucca, ha negato di essere candidato a Capannori per motivi personali, mettendo fine alle indiscrezioni. Nonostante le pressioni, Santini ha confermato la sua volontà di continuare il suo mandato a Lucca.

"Sono lusingato ma non mi candiderò"
"Sono lusingato ma non mi candiderò"

"Sono lusingato per le proposte fattemi, ma, per una serie di motivazioni di carattere personale, ritengo non ci siano le condizioni per una mia eventuale candidatura a Capannori": è lo stesso Remo Santini, assessore al Turismo del Comune di Lucca, a mettere fine alle numerose indiscrezioni che nelle ultime settimane lo vedevano come possibile candidato del centrodestra a Capannori. Martedì scorso, l’ultimo "assalto", quello del consigliere regionale di Fratelli d’Italia Vittorio Fantozzi, in compagnia del sindaco di Lucca Pardini, è andato a vuoto durante un pranzo in un noto ristorante cittadino. Ora, si parla addirittura di un possibile intervento del ministro Tajani che è coordinatore nazionale di Forza Italia, partito in cui milita Santini, per sbloccare la situazione. Ma quest’ultimo, a margine della conferenza sulle nuove iniziative che si terranno sotto i baluardi delle Mura, fa il punto. Anzi, fa il punto e va a capo: l’ipotesi non viene presa in considerazione.

"Non sarei onesto se non dicessi che fanno piacere queste attestazioni di fiducia – spiega – ma ho avviato un percorso che va avanti da un anno e mezzo qui a Lucca e credo sia più importante dare continuità a questo mandato. A Lucca c’è una coalizione coesa che sta facendo un buon lavoro. La considerazione nei miei confronti fa indubbiamente piacere, ma non vorrei mescolare le cose e sono convinto che a Capannori ci siano nomi interessanti che la coalizione può schierare per vincere. Se è la mia ultima parola? Sì".

Fabrizio Vincenti