Niente moratoria per i nidi, abbattuti gli alberi

Il consigliere di opposizione Daniele Bianucci critica l'Amministrazione comunale di Lucca per il taglio di sette alberi senza rispettare la richiesta di moratoria durante la stagione di nidificazione, evidenziando la mancanza di azioni concrete sulla gestione del verde e l'assenza di un nuovo regolamento ambientale.

Niente moratoria per i nidi, abbattuti gli alberi

Niente moratoria per i nidi, abbattuti gli alberi

"Il taglio dei sette alberi sulle Mura e a Sant’Alessio, senza neppure prendere in considerazione la nostra richiesta di moratoria di qualche settimana per rispettare il periodo della nidificazione, è l’esatta fotografia delle promesse non mantenute dall’Amministrazione comunale sui temi ambientali".

Lo afferma il consigliere di opposizione Daniele Bianucci che polemizza contro le promesse a suo dire non mantenute dalla giunta Pardini.

"Dopo una campagna elettorale durata anni contro la precedente giunta – scrive Bianucci – adesso che sono al governo della città il sindaco, gli assessori e gli altri nominati (uno su tutti, l’attuale presidente del Teatro del Giglio Angelo Lazzarini, che con le polemiche sugli alberi si è costruito la sua fortuna politica) sulla gestione del verde si comportano molto peggio del passato; e nei fatti si stanno anche rimangiando l’impegno per la stesura di un nuovo regolamento, di cui ancora non c’è traccia nonostante la mozione di indirizzo approvata in Consiglio comunale ormai quasi un anno fa".

Bianucci ricorda come fosse stato chiesto di attendere solo qualche settimana prima dell’abbattimento degli alberi per far concludere la stagione della nidificazione.

"Avevamo domandato, da subito, il pieno rispetto della legge 157/1992 – aggiunge – che tutela la fauna e che dice chiaramente che la distruzione dei nidi è reato: e avevamo sottolineato che i tagli non sono possibili durante la stagione della nidificazione, come è adesso in corso".