Influenza e Covid, 50mila vaccini. Il picco di richieste a novembre

Dai dati Asl emerge che in Piana e in Valle i vaccinati per l’influenza sono stati il quadruplo rispetto al Covid .

Influenza e Covid, 50mila vaccini. Il picco di richieste a novembre
Influenza e Covid, 50mila vaccini. Il picco di richieste a novembre

Nuova “zampata“ di Covid e influenza nell’ultimo periodo. Difficile distinguerli se non con il test del tampone, febbre e sintomi da raffreddamento sono campanelli d’allarme quasi identici. C’è chi è corso ai ripari per tempo e non sono pochi.

Per quanto riguarda il vaccino Covid nella Piana lucchese, da ottobre a gennaio vi sono ricorse 8.640 persone, a cui se ne sono aggiunte 2.951 dell’area Valle del Serchio, per un totale di 11.591 vaccinati. Il trend è stato piuttosto altalenante nel tempo. Nella Piana a ottobre 2023 i vaccinati erano stati 1.519, balzati poi a ben 4.147 nell’arco del solo mese di novembre 2023, poi in flessione a dicembre con 2.540, e decisamente in “crollo“ verticale a gennaio quando sono stati solo 434.

In Valle del Serchio la partenza di ottobre è stata con 365 vaccini, poi 1.587 a novembre, 865 a dicembre e 134 a gennaio. Vediamo ora l’influenza. In Piana si sono messi al sicuro contro le conseguenze dell’influenza in totale 29.509 persone tra ottobre e gennaio, più altre 10.340 in Valle del Serchio, per un totale di 39.849 vaccinati su tutto il territorio. Quindi praticamente il quadruplo rispetto ai vaccini Covid. A ottobre i primi vaccinati contro l’influenza erano stati 7.771 tra Piana e Valle. Il picco di richieste era stato a novembre con un totale di 24.787 vaccinati, altri 6.417 si sono aggiunti nel mese di dicembre, mentre la “coda“ di gennaio è stata di 874 persone. Per vaccinarsi ci si può ancora prenotare sul portale regionale https://prenotavaccino.sanita.toscana.it, o alle farmacie convenzionate oppure dal proprio medico di medicina generale. Le sedi in provincia sono quella del Dipartimento della Prevenzione in piazza Aldo Moro a Capannori, il distretto del quartiere Terminetto, piazza Buonconsiglio 1 a Viareggio, e al Centro socio sanitario in via dell’Asilo 1 a Fornaci di Barga. “L’obiettivo delle campagne vaccinali – ricorda l’Asl – è quello di prevenire la mortalità, le ospedalizzazioni e le forme gravi di malattia nelle persone anziane e con elevata fragilità, oltre a proteggere le donne in gravidanza e gli operatori sanitari“.

L.S.