Tragedia sull’autostrada A11: lutto a Spianate per Giovanni. Un paese nel dolore

Fornino il 2 gennaio avrebbe compiuto 51 anni. In programma c’era una festa con la sua famiglia, la moglie di 40 anni e i suoi quattro figli

Giovanni Fornino morto a Prato
Giovanni Fornino morto a Prato

Altopascio, 29 dicembre 2023 – Un paese intero ammutolito, incredulo. Qualcuno chiede conferma. Purtroppo nessun errore o caso di omonimia. Cordoglio a Spianate, la più grossa frazione di Altopascio, per la scomparsa di Giovanni Fornino , 50 anni. Mercoledì, poco dopo le 18, si trovava da solo a bordo del suo monovolume, un veicolo NCC, Noleggio con Conducente che era la sua attuale occupazione quando, per cause ancora in corso di accertamento, ha tamponato il rimorchio di un camion parcheggiato in una piazzola di sosta sotto al cavalcavia di via Berlinguer, tra i caselli di Prato Est e Prato Ovest. Con la città laniera aveva molti contatti di lavoro ed è probabile che si trovasse in quel luogo proprio per quello.

A differenza dei taxi, questa formula prevede la presenza di un autista a disposizione del passeggero per tutta la durata del noleggio. Grazie alla regolamentazione che lo governa, può circolare anche durante le restrizioni al traffico, nelle Zone a Traffico Limitato e sulle corsie preferenziali. E’ un servizio sempre più richiesto, specialmente nelle città più grandi e Giovanni svolgeva il suo mestiere con notevole passione. Sulla dinamica dovranno essere eseguiti ulteriori accertamenti, come l’esame autoptico, per capire, ad esempio, se si è trattato di un malore.

L’altra ipotesi potrebbe essere rappresentata da un colpo di sonno. Ma si tratta di supposizioni e soltanto dopo queste verifiche si potrà avere un quadro più chiaro. Non sembrano essere coinvolti nel tragico schianto altri veicoli, ma si controlleranno le immagini delle telecamere della videosorveglianza della zona.

Giovanni Fornino era molto conosciuto in zona. Fra pochi giorni, il 2 gennaio, avrebbe compiuto 51 anni. In programma c’era una festa con la sua famiglia, la moglie di 40 anni e i suoi quattro figli, tutti in tenera età: dal più grande, si fa per dire, di 10 anni, al più piccino di appena 4.

Abitano in località Tei, alla periferia del capoluogo, Altopascio. Ma l’uomo per molto tempo è rimasto legato a Spianate e ai suoi genitori, Vincenzo e Filomena , oltre alla sorella Monica che gestisce da anni il negozio di fiori sull’angolo tra via Mazzei e via Chimenti, nel centro della frazione. Stimati e conosciuti veramente da tutti per la loro generosità e non solo per l’attività commerciale.

Giovanni ha aiutato in negozio da giovane, quando lo si incontrava la domenica mattina di fronte al cimitero, con il furgone attrezzato per la vendita ambulante. Sempre gentile e con il sorriso, comunque mai sopra le righe, attaccato alla famiglia, Giovanni Fornino ha avuto diversi legami anche con la città di Lucca. Due in particolare. Nel lontano 1992-93 ha svolto la leva militare, all’epoca obbligatoria, alla caserma Lorenzini, nel reparto Genio Guastatori Paracadutisti, con il grado di caporale.

Qualche anno dopo aprì anche una pizzeria nel quartiere di San Marco. Per i funerali bisognerà attendere l’esito dell’autopsia, disposta dalla Procura di Prato che ha ovviamente posto sotto sequestro i mezzi coinvolti nel sinistro. La salma si trova all’obitorio di Pistoia dove è stata trasportata dai servizi funebri della Misericordia di Prato.