I 150 anni di Cartiere Carrara “Un progetto con i valori che ci accompagnano sempre“

Mario Carrara (vicepresidente e Chief Growth Officer): “L’informazione fa crescere“

I 150 anni di Cartiere Carrara “Un progetto con i valori che ci accompagnano sempre“
I 150 anni di Cartiere Carrara “Un progetto con i valori che ci accompagnano sempre“

LUCCA

Cartiere Carrara, tra storia e qualità. Con un’attenzione particolare ad etica e formazione delle nuove generazioni. Tutti elementi, questi che si riassumono nella partecipazione di Cartiere Carrara al Campionato di Giornalismo. “E’ un progetto che contiene molti dei valori che hanno fatto la storia della nostra azienda - dice Mario Carrara, Vicepresidente e Chief Growth Officer di Cartiere Carrara (nella foto) - e che offre l’opportunità di proporre agli studenti solidi elementi e concreti spunti di formazione e riflessione”. Cartiere Carrara è un’azienda storica del territorio toscano, che ha da poco celebrato i suoi primi 150 anni di vita.

Una realtà che - partendo dal distretto produttivo lucchese - è stata in grado di portare la propria eccellenza a livello nazionale ed internazionale, attraverso prodotti di estrema qualità nel settore tissue. Accanto all’impegno squisitamente industriale, Cartiere Carrara ha sempre operato con grande attenzione e con progetti tangibili nei confronti di grandi temi come sostenibilità, ambiente, come ad esempio il progetto di forestazione in terreni vicino ai propri stabilimenti “La Carta che pianta alberi”, e formazione delle giovani generazioni. Caratteristica, questa, che unita alla costante attenzione per i propri collaboratori, caratterizza Cartiere Carrara come azienda etica e di valori.

“Quelli - prosegue Mario Carrara - che ci hanno caratterizzato per un secolo e mezzo e che oggi vogliamo rilanciare ogni volta che se ne presenti l’opportunità. In questo senso, il Campionato di Giornalismo è un progetto di grande interesse sui temi della formazione per i ragazzi. L’informazione è infatti un tema al quale approcciarsi con attenzione, anche alla luce delle illusioni e dei falsi miti proposti quotidianamente dai social network. Oggi più che mai è necessario capire cosa c’è dietro un’informazione vera e di qualità, aiutando le nuove generazioni a distinguere tra notizie reali e verificate e fake, e questo vale anche per il settore nel quale opera il nostro gruppo. Per questo siamo convintamente partecipi, consapevoli di dare il nostro contributo alla costruzione di un’opportunità per i nostri ragazzi. Ai quali - conclude Mario Carrara - rivolgo i migliori in bocca al lupo, sia per il lavoro che saranno chiamati a svolgere, sia perché riescano a cogliere in pieno il senso dei messaggi che nelle prossime settimane verranno rivolti loro”.

Cartiere Carrara propone anche alcuni temi per i nostri “Cronisti in Classe“. Il primo tema parte dal progetto “La carta che pianta alberi“: che racchiude due importanti azioni di forestazione nel nostro territorio, per un totale di 200 ettari e 150.000 alberi da piantare. L’iniziativa nasce, per volontà di Cartiere Carrara e della famiglia Carrara, nell’ambito della progettualità “kilometroverde” di Rete Clima. Il secondo tema è sull’importanza di lavare e asciugare le mani: ci è stato insegnato soprattutto durante la pandemia ma è una buona abitudine importante a mantenere.