Giannini: ”Non sono stato sospeso”

Giannini: ”Non sono stato sospeso”
Giannini: ”Non sono stato sospeso”

"Non ho ricevuto alcuna sospensione dal partito".

Michele Giannini, vice coordinatore provinciale di Fratelli di Italia, chiarisce la posizione in cui si trova all’interno del partito e puntualizza alcune delle notizie riportate ieri dal nostro quotidiano. Avevamo scritto di sessanta (60) giorni di sospensione, mentre Giannini precisa che ”si tratta soltanto di un periodo in cui la sua posizione da iscritto a FdI è ‘sub judice‘“.

Per effetto di una richiesta formale e coerente con i regolamenti avanzata ai vertici nazionali dal coordinatore provinciale, Riccardo Giannoni.

I due – come si ricorderà – sono al centro di una diatriba a seguito di una lite risalente al febbraio scorso. Il coordinatore sostiene di essere stato ”aggredito” dal suo vice e ha portato la questione all’attenzione dei probiviri. Di conseguenza Giannini ha presentato querela per diffamazione, smentendo la ricostruzione del coordinatore.

Adesso questa nuova puntata, in attesa del provvedimento finale dei probiviri.

Sempre nell’edizione di ieri, invece, abbiamo erroneamente indicato nel richiamo nella prima pagina in sei (6) i mesi di sospensione dal partito.

Si è trattato di un errore di battitura, visto che all’interno l’articolo era corretto così come lo era il titolo. Ci scusiamo con l’interessato e i lettori.