Lucca, 18 ottobre 2020 - In casa del conduttore televisivo e attore Teo Mammucari, è arrivato il lieto fine. Ieri, nell’aula del giudice monocratico del tribunale di Lucca, Alessandro Dal Torrione, è stata messa la parola fine a una piccola vicenda giudiziaria che aveva visto contrapposti da una parte il noto conduttore romano di 55 anni e, dall’altra uno dei suoi fratelli, Alfredo, 58 anni, residente in Lucchesia. Ieri i legali...

Lucca, 18 ottobre 2020 - In casa del conduttore televisivo e attore Teo Mammucari, è arrivato il lieto fine. Ieri, nell’aula del giudice monocratico del tribunale di Lucca, Alessandro Dal Torrione, è stata messa la parola fine a una piccola vicenda giudiziaria che aveva visto contrapposti da una parte il noto conduttore romano di 55 anni e, dall’altra uno dei suoi fratelli, Alfredo, 58 anni, residente in Lucchesia.

Ieri i legali del conduttore hanno annunciato la remissione di querela, ’perdonando’ così il fratello maggiore portato in aula per diffamazione e adesso archiviato. Ma cosa è successo? Alfredo, fratello maggiore 58enne di Teo, noto sul suo canale YouTube per le video lezioni di chitarra elettrica si era lasciato scappare in due video alcuni giudizi di troppo sul fratello conduttore. Nei due video della lunghezza di 13 minuti l’uno e di oltre 60 minuti l’altro, risalenti al 2018 e 2019, l’uomo aveva rinfoderato la chitarra ed espresso alcune opinioni e riflessioni.

Tra queste erano presenti anche parole pesanti verso il fratello conduttore, con cui l’uomo affermava di non avere rapporti da più di 10 anni. Tra le accuse principali, rivolte verso Teo Mammucari, quella di essersi "scordato della famiglia" oltre ad altre espressioni offensive. La vicenda aveva avuto uno strascico giudiziario finendo in tribunale dopo la denuncia fatta dal conduttore. L’accusa: diffamazione. Il 24 marzo 2019 il sostituto procuratore Enrico Corucci, aveva avanzato al gip del tribunale una richiesta di emissione di decreto penale di condanna. In pratica un esercizio dell’azione penale impiegata in casi ’minori’, quando si chiede di applicare soltanto una pena pecuniaria verso l’imputato. Sanzione che per Alfredo Mammucari era stata quantificata in circa 1000 euro. Ma Riccardo Lorenzi, legale del fratello maggiore si era opposto al pagamento e la vicenda era così finita a dibattimento in aula. Ieri la prima udienza. Ma Teo Mammucari ha scelto di ritirare la querela verso il fratello, fecendo venir meno così l’esercizio dell’azione penale. In poche parole pace fatta tra il conduttore e il fratello maggiore e addio processo. Proprio al suono del gong.

Claudio Capanni