Brennero resta chiuso. Frana ancora a rischio. Tecnici Anas al lavoro

Situazione monitorata, con l’obiettivo di riaprire il prima possibile al transito. Il sindaco Andreuccetti: ”Livello del Serchio sotto controllo e non preoccupa”.

Brennero resta chiuso. Frana ancora a rischio. Tecnici Anas al lavoro
Brennero resta chiuso. Frana ancora a rischio. Tecnici Anas al lavoro

La Statale dell’Abetone e Brennero tra Ponte Pari e Ponte del Diavolo è ancora chiusa. Lo smottamento verificatosi a monte, all’altezza del ‘ex ristorante "Gallo d’Oro", nella notata fra giovedì e venerdì, non è stato ancora del tutto verificato e resta un potenziale pericolo incombente sulla carreggiata. Al lavoro i tecnici e le squadre di intervento dell’Anas che, da diverse ore, stanno monitorando sul posto la situazione, sperando di poter ripristinare quanto prima la circolazione in piena sicurezza. Nel comune di Borgo a Mozzano ci sono in essere altre situazioni problematiche e che un po’ alla volta vengono risolte. Ieri mattina mancava la luce elettrica a Pieve di Cerreto e zone limitrofe, mentre persiste una frana sulla strada fra Chifenti e Corsagna.

"Su questi punti - afferma il sindaco Patrizio Andreuccetti, che ha trascorso la mattinata e parte della notte sul territorio - siamo in costante contatto con la Prefettura e con l’Enel, affinché tutto possa ripristinarsi quanto prima. Sul territorio non abbiamo smottamenti particolarmente significativi e gli alberi caduti che ostruivano alcune strade sono state tutte rimosse già nella giornata di venerdì, mentre il livello del Serchio, ad ora, è tenuto sotto controllo e non preoccupa più di tanto.". "Ringrazio tutti, - conclude il primo cittadino del Borgo – ma davvero tutti coloro i quali hanno dato e stanno dando una mano per affrontare questa complicata situazione, come gli Enti, i dipendenti comunali, i volontari della Misericordia, la Municipale e gli amministratori. Sonosiamo vicini alle sette province toscane che stanno vivendo ore drammatiche: per quanto è nelle nostre possibilità ci siamo e ci saremo. In momenti come questi c’è bisogno di unità, condivisione e di un grande senso collettivo di responsabilità".

Il sindaco Andreuccetti, espressa la piena solidarietà alle provincie toscane colpite duramente, anche con vittime e dispersi, rassicura che in generale su tutto il territorio della Media Valle e della Garfagnana, non ci sono emergenze gravi rispetto, appunto, a quanto purtroppo accaduto in altre realtà della Toscana. "Non abbiamo situazioni molto critiche, ma alcune difficoltà come la chiusura della Statale - aggiunge -. Coloro che vogliono creare, approfittando di momenti come questi, polemiche inutili non servono a niente. Sono solo il frutto di uno sciacallaggio tendente a strumentalizzare una situazione difficile, ma comunque gestibile. L’invito che rivolgo ai cittadini è di fare squadra nell’affrontare l’emergenza".

Marco Nicoli