Ecco il primo ’involucro’ piazzato, sarà preannunciato da cartelloni verticali come deterr
Ecco il primo ’involucro’ piazzato, sarà preannunciato da cartelloni verticali come deterr

Lucca, 23 settembre 2020 - Cinque autovelox . Un plotone pronto a pizzicare, anche con multe salatissime, chi sgarra sulla strada ed eccede con il pedale dell’acceleratore. Palazzo Orsetti fa sapere che sono appena partiti (ieri mattina) i lavori per la collocazione di cinque postazioni fisse per autovelox su strade urbane comunali interessate da intensi flussi di traffico ad elevata incidentalità stradale. E saranno operativi tra 15, al massimo 20 giorni, come ci conferma Palazzo Orsetti.

Ecco quali saranno le postazioni fisse controllate H24 dai nuovi occhi elettronici: saranno collocate in viale Luporini, sulla circonvallazione in viale Carducci, in Viale Puccini (in prossimità dell’incrocio con la traversa X), in viale Europa a San Concordio e in viale Carlo Del Prete (nel tratto iniziale vicino a Porta San Donato). “Purtroppo troppo spesso gli automobilisti dimenticano che nelle strade urbane all’interno dei centri abitati, anche senza cartelli che lo ricordino, il limite di velocità è sempre 50 chilometri all’ora – commenta l’assessore al traffico Celestino Marchini – e queste strade sono state teatro recentemente di incidenti anche gravi dove la velocità è stata una delle cause determinanti. Questi box consentono di controllare entrambi i sensi di marcia aumentando la sicurezza stradale di tratti importanti della nostra viabilità”.
 

Il comandante della Polizia Municipale, Maurizio Prina, ha effettuato con alcuni agenti un sopralluogo in viale Luporini dove è stato collocato uno dei box. I criteri per il posizionamento hanno seguito i risultati di uno studio del contesto e del territorio per privilegiare i luoghi con alti livelli di incidentalità, quelli dove non sono presenti di spazi per fermare i veicoli in sicurezza per controlli (assenza di banchine e piazzole), quelli con densità più alta di traffico e con passaggio di mezzi pesanti.
 

I box che conterranno i nuovi autovelox sono ben visibili: in acciaio inossidabile e conformi, specifica il Comune, ad ospitare le varie tipologie di apparecchiature per le misurazioni della velocità. Le postazioni, a norma di legge saranno segnalate da cartellonistica verticale e avranno una significativa funzione di ‘deterrenza’ per gli automobilisti indisciplinati. C’è da scommetterci che funzioneranno, soltanto gli ’involucri’ ieri hanno spaventato gli automobilisti che ora hanno cinque validi motivi in più per usare prudenza e rispetto delle regole.
L.S.