MAURIZIO COSTANZO
Lucca

Calci, pugni e pietre contro i poliziotti. Poi si stende sui binari e blocca la linea Lucca-Pisa

Il 28enne è stato fermato grazie al taser e denunciato. Treni bloccati per due ore

Polizia (foto di repertorio)

Polizia (foto di repertorio)

Lucca, 18 ottobre 2023 - Ha interrotto la linea ferroviaria Lucca – Pisa per due ore. Per questo la Polizia ha denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio un cittadino eritreo di 28 anni. Nel pomeriggio di martedì 17 ottobre l’uomo si era steso sui binari all’altezza del 46esimo chilometro della linea Pistoia-Pisa San Rossore, che nel frattempo era stata interrotta per motivi di sicurezza. Gli operatori delle volanti sono intervenuti in ausilio della Polizia Ferroviaria di Lucca che era intervenuta.

Dopo la segnalazione, gli agenti della Polfer avevano rintracciato l’uomo che nel frattempo si era incamminato lungo la massicciata in direzione Lucca, ma in tutta risposta agli operatori che lo invitavano a fermarsi, aveva iniziato a scagliare alcune pietre presenti sul piano ferroviario, così da rendere necessario l’ausilio delle volanti della Questura. I poliziotti hanno intercettato il soggetto alle spalle, nei pressi del civico 190 di via Corte Belli, provando a sottoporlo a controllo, ma l’uomo ha reagito con calci e pugni. Il poliziotto, schivando i colpi e raggiunta la distanza di sicurezza necessaria per utilizzare la pistola ad impulsi elettrici, ha immobilizzato il soggetto grazie al taser.

Una volta messo in sicurezza e trasportato in Questura, l’uomo è risultato essere un cittadino eritreo di 28 anni con regolare permesso di soggiorno per rifugiato politico rilasciato dalla Questura di Firenze. Dopo aver verificato le sue buone condizioni di salute è stato deferito in stato di libertà, per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio. Nei suoi confronti il Questore ha emesso il foglio di via obbligatorio da Lucca per due anni.