Due agenti della polizia locale
Due agenti della polizia locale

La Spezia, 20 ottobre 2019 - Non era un bisogno impellente, come purtroppo talvolta può succedere e il non avere un bagno a disposizione è senz’altro un problema. Non c’era nessuna urgenza fisiologica, è stato solo un gesto maleducato fine a se stesso.
Stiamo parlando di quanto accaduto venerdì sera in centro città, per la precisione in via Sapri, con protagonista uno studente spezzino di vent’anni, che è stato sorpreso ad urinare in strada dagli agenti della polizia locale. Un gesto contrario alla pubblica decenza, che è costato al giovane una salatissima multa di 5.000 euro.

E’ accaduto durante i controlli sulla movida del fine settimana, disposti dal comando di polizia locale su richiesta all’assessore alla sicurezza Gianmarco Medusei ( nella foto ), nell’ambito dei servizi tesi al contrasto dei fenomeni degenerativi. L’episodio in questione è accaduto nella serata di venerdì nella zona di via Sapri, una delle strade caratterizzate dalla movida serale nel centro urbano.

Due pattuglie di agenti del Comando di via Lamarmora hanno individuato il giovane mentre urinava su un muro di un caseggiato della strada. Noncurante che la zona fosse comunque frequentata da gruppi di giovani e passanti che potessero vederlo nel suo gesto ineducato. Il giovane è stato immediatamente fermato dagli agenti. Probabilmente aveva anche ecceduto con gli alcolici, tanto che ha reagito in malo modo quando è stato avvicinato per la contestazione di quell’atto contrario alla pubblica decenza.
Pertanto lo studente ventenne residente in città, che non aveva precedenti, è stato condotto nella caserma della polizia locale.

Al termine della procedura di identificazione, gli è stato notificato un verbale di contestazione con la sanzione minima di 5000 euro per atti contrari alla pubblica decenza.

Massimo Benedetti