Presidente Camera penale

Flash mob a La Spezia per sensibilizzare sull'aumento dei suicidi in carcere. Avvocati e personale penitenziario si uniscono per denunciare la condizione inumana dei detenuti.

Presidente Camera penale

Presidente Camera penale

E’ stato un messaggio forte e toccante. Quando il silenzio è sceso nell’austera aula del Tribunale e gli avvocati si sono coperti dai teli bianchi l’impatto emotivo si è fatto intenso. Pochi minuti ma significativi quelli organizzati anche a Spezia dall’Unione delle Camere Penali Italiane per accendere un faro sul fenomeno dei suicidi nelle carceri italiane lanciando in questo modo un messaggio alla società civile sulla condizione inumana dei detenuti e il degrado della realtà carceraria dove opera il personale. Hanno aderito al sit-in di sensibilizzazione sulle difficoltà vissute in carcere che hanno portato in questa prima parte dell’anno a 54 suicidi di detenuti (6 agenti della polizia penitenziaria) 25 avvocati del foro spezzino. Le lenzuola utilizzate per il flash mob sono state donate al carcere di Villa Andreino.