Nuova vita per il centro storico, nasce il gruppo tematico del Pd

Il circolo Pd Centro Nord della Spezia ha costituito un gruppo tematico per affrontare i nodi del centro storico, con proposte su urbanistica, turismo e trasporto pubblico. Si discute di recupero del waterfront, regolazione delle crociere e riorganizzazione del mercato per integrare piazza Brin nel centro storico.

Nuova vita per il centro storico, nasce il gruppo tematico del Pd

Nuova vita per il centro storico, nasce il gruppo tematico del Pd

LA SPEZIA

Alcuni sono dei veri e propri ’evergreen’ della proposta progettuale della sinistra sul territorio. Altre suggestioni sono invece di nuova fattura e affondano le radici in una lettura dell’attualità cittadina certamente di parte ma ispirata alle più recenti trasformazioni del tessuto urbano. Nei giorni scorsi in seno al circolo Pd Centro Nord è stato costituito un gruppo tematico dedicato ai grandi nodi del centro storico: una squadra di lavoro formata da iscritti Pd ma aperta al contributo di cittadini senza tessera, nel segno della partecipazione. I militanti hanno già organizzato un primo incontro pubblico dedicato ai nodi dell’urbanistica. E a breve ne seguirà un secondo incentrato sulle prospettive aperte dal turismo e sui problemi legati al trasporto pubblico e all’emergenza abitativa. Sui grandi temi le proposte sono già delineate. Ad esempio, sulla questione waterfront si suggerisce un recupero del primo progetto Llavador: niente alberghi e nessuna barriera di cemento davanti ai palazzi storici di viale Italia, semmai un auditorium con funzioni attrattive, spazi verdi, un sottopasso per superare la frattura tra mare e città. Altro tema caldo la regolazione delle crociere: il gruppo tematico dichiara guerra alla compresenza di quattro navi come potenzialmente disegnato dalle funzioni della nuova stazione marittima, ma auspica un recupero del canale Lagora da aprire alla navigazione dei piccoli natanti. Tra i sogni nel cassetto, la realizzazione di un archivio storico dell’Arsenale nella chiesa di San Francesco Grande e l’insediamento di una casa dell’associazionismo all’ex Genio militare di viale Amendola. Idee chiare anche sul piano sosta: intavolare una trattativa con la Marina per l’uso degli spazi retrostanti Porta Sprugola, ma nessun parcheggio sotto l’area giochi dell’Allende. Una riorganizzazione del mercato, condivisa con cittadini e operatori e ogni iniziativa funzionale a garantire la piena integrazione di piazza Brin nel centro storico.