Haruspex, l’azienda di cybersecurity spezzino-pisana è stata selezionata dal prestigioso ‘Global Startup Program’ dell’Italian Trade Agency, a San Francisco. Per il momento il programma sarà svolto in modalità virtuale, a causa delle limitazioni agli ingressi sul suolo statunitense. Un percorso, ‘Mind The Bridge’, di oltre due mesi di accelerazione, dove le startup sono inserite in un ciclo di incontri ad alto valore e di introduzione ai giganti del settore. Haruspex rappresenterà così l’eccellenza tecnologica italiana in Silicon Valley, dove da poco è stato costituito il Centro Nazionale di innovazione e cultura. "Per noi è un’opportunità straordinaria – ammette il Ceo di Haruspex, Marcello Montecucco – Gli Usa continuano a essere il mercato di riferimento per il nostro settore, e per il comparto digitale in generale. È un banco di prova importantissimo, e da cui ci aspettiamo un ritorno in termini di fatturato e crescita aziendale già nel breve-medio periodo. Peccato non poterci recare fisicamente lì fin dall’inizio, dato il protrarsi delle limitazioni confermate dall’amministrazione Biden". La soluzione di Haruspex, basata sulla creazione di ‘digital twins’, è nata in seno a un progetto di ricerca dell’Università di Pisa al Polo universitario della Spezia, guidato scientificamente dal professor Fabrizio Baiardi. A rappresentare Haruspex nel percorso di accelerazione, sarà il business development manager spezzino Filippo Lubrano.

marco magi