Filologia e avanguardia. Negli store due album del poliedrico Chierici

Lo spezzino esce in tutto il mondo con Frammenti e Contrasti per organo. Un altro successo per l’insegnante di Tecnologie musicali del ’Cardarelli’. .

Filologia e avanguardia. Negli store due album del poliedrico Chierici
Filologia e avanguardia. Negli store due album del poliedrico Chierici

Nel panorama musicale internazionale, lo spezzino Sergio Chierici è una figura piuttosto singolare: definito dalla critica ‘multipotenziale’, ha una formazione e una professionalità in grado di spaziare dalla musica antica all’avanguardia, dall’organo portativo al theremin, dalla filologia musicale all’informatica sperimentale. Ed è di questi giorni la pubblicazione negli store digitali di tutto il mondo di due album di Chierici, dedicati ad altrettante tipologie di strumenti a tastiera: ‘Frammenti’ per pianoforte solo e ‘Contrasti per organo’.

I due progetti sono stati editi dalla Casa discografica Ema Vinci di Firenze per l’etichetta Sonus Classic. ‘Frammenti’ è un disco a doppia faccia. Il primo e l’ultimo brano sono stati realizzati nel 1986: un esperimento per la creazione di composizioni di piccole dimensioni e d’ambiente, un po’ in anticipo sui tempi, con uno stile semplice ma una scrittura molto analitica. I 10 brani centrali, del 2020, si ispirano invece alla vita di un celebre artista italiano del Novecento, per poi spostarsi altrove. Non tutto è dissonante o a ritmo libero; ad esempio, in alcuni brani è ripetuta una melodia basata su specifiche lettere, con procedimenti contrappuntistici, e in generale l’insieme possiede una chiara identità sonora e stilistica. Anche ‘Contrasti per organo’ presenta una doppia dimensione. Da un lato, vari autori dell’antichità che hanno scritto composizioni simili (Toccate, Ricercari, Partite), ma differenti per epoca e territorio. Dall’altro, le voci contrastanti di due strumenti del XVIII secolo ancora esistenti a Pontremoli: l’organo anonimo dell’oratorio di Santa Maria Immacolata ad Nives e l’organo di Domenico Andrea Boschini di Viadana del 1746 nella chiesa dei Santi Giovanni e Colombano.

L’esecuzione evidenzia la competenza organaria di Chierici e la sua formazione con insegnanti di fama. Musicista e compositore spezzino, Sergio Chierici è da un decennio docente di Tecnologie musicali al liceo musicale Cardarelli, dove quest’anno insegna anche Organo, ed è responsabile della biblioteca. Le sue opere sono distribuite in tutto il mondo, e riguardano vari generi musicali, dalla musica antica all’elettronica; collabora inoltre con la rivista La Nuova Eroica, con diverse proposte artistiche e letterarie. È inoltre ispettore onorario agli organi storici di Lucca e Massa-Carrara, e dallo scorso ottobre, componente della Commissione Tutela Organi della Soprintendenza di Genova. E infine, non solo ha pubblicato le raccolte di poesia ‘Lievi canti dell’anima’ e ‘Rosa d’incanto’, ma ha una specializzazione in design automobilistico, oltre ad essere un informatico professionista.

Marco Magi