Tanti temi caldi affrontati durante il convegno, e non sono mancate le stoccate. Paolo Pirani (nella foto sopra), segretario generale della Uiltec, ha accusato la mancanza di indicazioni da parte dei vertici europei. "Scelte di politica regolatoria basate su divieti". "Rischiamo la desertificazione industriale -ha accusato - anziché affrontare in modo competitivo la fase di transizione energetica di cui tanto si parla. Il prezzo lo pagheranno persone e sistema industriale. Al paese viene indicato di elettrificare i consumi senza definire come l’elettricità occorrente possa essere prodotta". Interrogativi analoghi si pone anche Mario Sommariva sul piano locale, guardando alla centrale Enel. "Possiamo fare a meno del carbone, ma non possiamo non avere una prospettiva chiara su destino aree che rischiano di diventare un deserto. Serve una prospettiva chiara di transizione, parola seria perché indica un cammino e non un salto. Una serietà di approccio che porta a costruire un progetto passo dopo passo".