Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
11 set 2020

’Cordoni’ di strada per stoppare i contagi

Misure allo studio dopo il balzo dei positivi: 93 in più in un giorno. Ma l’impennata è anche conseguenza della crescita dei test, ieri 800

11 set 2020
Il laboratorio mobile dell’Asl in piazza Brin per l’effettuazione dei tamponi nel quartiere Umbertino
Il laboratorio mobile dell’Asl in piazza Brin per l’effettuazione dei tamponi nel quartiere Umbertino
Il laboratorio mobile dell’Asl in piazza Brin per l’effettuazione dei tamponi nel quartiere Umbertino
Il laboratorio mobile dell’Asl in piazza Brin per l’effettuazione dei tamponi nel quartiere Umbertino
Il laboratorio mobile dell’Asl in piazza Brin per l’effettuazione dei tamponi nel quartiere Umbertino
Il laboratorio mobile dell’Asl in piazza Brin per l’effettuazione dei tamponi nel quartiere Umbertino

Nessun atto firmato, alle 19 della sera. Ma avvisaglie di nuove misure sotto l’ansia-contagio, per la provincia della Spezia. Saranno formalizzare oggi. "Stiamo ragionando sulla proroga dell’uso no-stop all’aperto delle mascherine per altre due settimane" annuncia il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, nel punto stampa serale (aperto con un’ora di ritardo, segno di confronti, forse serrati, protrattisi oltre le previsioni). L’annuncio è successivo al rituale dell’esame dei dati di giornata: 93 nuovi positivi (di cui 47 contatti di casi confermato, un ospedalizzato e 45 emersi dall’attività di screening). Un’impennata rispetto ai nuovi 33 positivi del giorno prima. C’è da allarmarsi? "C’è da non sottovalutare e ma occorre analizzare il dato nel quadro di insieme". Dal questo, al tempo stesso, emergono, elementi confortanti: nessun decesso, un solo ricoverato in più che porta a 66 il totale dei pazienti in ospedale (di cui 6 in terapia intensiva) 800 tamponi eseguiti. Anche in quest’ultimo caso, c’è un’impennata nel dato standard dei test quotidiani, abitualmente tarati sulla soglia dei 500 al giorno. E proprio da questo insieme di elementi, che si presta alla duplice lettura del bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto, allunga il mantenimento nel freezer delle bozze di ordinanza alle quali stanno lavorando gli uffici, mentre a prevalere nelle dichiarazioni è la soddisfazione per la stabilizzazione dei ricoveri, segno che forse il picco è davvero passato. Altri misure sono comunque dietro l’angolo. "In ogni caso nessuna limitazione della libertà individuale e della libertà di impresa" di Toti che, in pari tempo, apre all’ipotesi di discipline ad hoc: "Circoscritte, di strada...". Cordone rosso attorno a piazza Brin? In che forma, rispetto ai principi-guida di libertà. Se ne potrà sapere di più oggi, nel maturare dei dati e del confronto col sindaco Pierluigi Peracchini. E’ chiaro che la situazione che desta maggiore preoccupazione è quella che fa ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?