Samantha Castrogiovanni, presidente Lega Consumatori La Spezia
Samantha Castrogiovanni, presidente Lega Consumatori La Spezia

La Spezia, 29 marzo 2020 - Alberto Martorelli, Cristina Cafferata e Samantha Castrogiovanni, membri del direttivo ligure della Lega Consumatori, chiedono alle autorità di adottare interventi urgenti su tre temi: finanziamenti, telecomunicazioni e viaggi. “Su questi tre settori – sottolineano – vi è stato l'interessamento a livello nazionale, ripreso da noi in ambito regionale. Nonostante i vari interventi straordinari di queste settimane, a seguito dell'emergenza Coronavirus, risultano però ancora scoperte alcune aree come segnalato quotidianamente dagli stessi consumatori”.

Per quanto riguarda i contratti di finanziamento per privati. “Ad oggi non è prevista la sospensione delle rate come avviene invece con i mutui prima casa e con i finanziamenti legati alle imprese – spiega Castrogiovanni, presidente della sezione spezzina della Lega Consumatori - . Proponiamo quindi di applicare la sospensione delle rate dei finanziamenti fino a quando durerà l'emergenza per tutti gli utenti in difficoltà economica (esempio per perdita di lavoro dipendente, lavoratori autonomi che subiscono un calo del proprio fatturato); conseguentemente si richiede di sospendere eventuali procedure di recupero del credito comprese le segnalazioni al Crif (Centrale rischi finanziari)”.

E su telefonia e internet. “È necessaria la sospensione, analogamente con quanto avvenuto nei settori delle forniture energia elettrica, gas e acqua, - continua Castrogiovanni - di qualsiasi procedimento di disattivazione di linee telefoniche e collegamenti internet da parte di tutte le compagnie telefoniche, dato che risulterebbero ancora alcune società che non prevedono tale blocco, per gli utenti di tutta Italia, senza limitazioni e non solo nei comuni della ex zona rossa, interessati da problematiche legate al pagamento delle fatture. Ciò risulta di fondamentale importanza soprattutto in caso di utenti anziani che, non disponendo in molti casi del pagamento diretto tramite conto corrente bancario, sarebbero costretti ad uscire di casa per pagare una bolletta entro la scadenza ai tabacchini o alle poste”. E aggiunge Alberto Martorelli, responsabile nazionale del settore Telecomunicazioni di Lega Consumatori: “Non solo, occorre anche rilevare, che l'erogazione dei servizi di telefonia risulta ancora più importante in questa momento delicato, poiché costituiscono un elemento essenziale per garantire la comunicazione fra i componenti familiari, consentire telefonate e collegamenti internet, rimanere informati, lavorare in modalità smart working e studiare a distanza”.

Infine, per viaggi e vacanze. “Si richiede che, nei casi di recesso dai contratti o di annullamento (aerei, traghetti, crociere, pacchetti turistici), per motivi legati alla situazione generata dal Coronavirus – riprende Castrogiovanni - venga corrisposto ai consumatori il rimborso del viaggio senza l'applicazione di alcuna penale. Al contrario, attualmente, è previsto che i tour operator o la società organizzatrice del viaggio possano scegliere di corrispondere un voucher con validità di un anno in sostituzione del rimborso. Inoltre, in molti casi, viene richiesto il pagamento di penali a seguito del recesso esercitato dall'utente a causa dell'emergenza sanitaria provocata dal Coronavirus”. Lega Consumatori Liguria, impegnata a fornire anche in questi difficili giorni assistenza e consulenza via email ai cittadini con i suoi sportelli, rinnova quindi l'auspicio che i soggetti competenti in ambito nazionale valutino con attenzione le proposte, per intervenire con efficacia e tempi rapidi.