Cinque Terre: biglietti del treno aumentati, vendite in calo del 12,5% rispetto al 2023

È l'esito del tavolo di monitoraggio sul primo mese del cambio tariffa deciso da Regione Liguria. Cresciute le carte plurigiornaliere

La stazione di Corniglia

La stazione di Corniglia

Genova, 16 maggio 2024 – Incrementate le carte plurigiornaliere e migliorata distribuzione dei flussi anche nella bassa stagione. Questo è l'esito del tavolo di monitoraggio sulle nuove tariffe turistiche legate al Cinque Terre Express, che si è riunito per la prima volta oggi, nella sede di Regione Liguria. Una misura – valida solo per i non residenti in Liguria – mirata a migliorare la distribuzione dei flussi che ha, inoltre, permesso agli studenti liguri di avere abbonamenti al trasporto ferroviario gratuiti, per gli under19, o scontati del 50%, per gli under26 su tutto il territorio regionale. All'incontro convocato da Regione Liguria hanno partecipato l'assessore ai Trasporti e al Turismo Augusto Sartori, il sindaco e presidente della Provincia della Spezia Pierluigi Peracchini, i rappresentanti dei Comuni e del Parco nazionale delle Cinque Terre.

Dal tavolo è emerso che tra il 16 marzo 2024, giorno dell'entrata in vigore delle nuove tariffe, e la prima domenica di maggio (comprese le festività pasquali, il 25 aprile e il 1° maggio) “il numero dei titoli di viaggio emessi da Trenitalia nella tratta Levanto-Spezia – dicono dalla Regione Liguria – ha subito una flessione del 12,5% rispetto al 2023, ma un incremento del 15% rispetto al 2022 in linea, quindi, con il trend di crescita del turismo primaverile. Il numero delle Carte 5 Terre emesse dal 16 marzo ad oggi presenta una riduzione del 15,7% rispetto al 2023, ma, anche in questo caso, un incremento del 111% rispetto al 2022”.

Gli aumenti tariffari per i turisti non hanno complessivamente penalizzato gli arrivi, in particolare di coloro che si sono fermati più giorni per visitare le Cinque Terre: significativo l'aumento delle Carte plurigiornaliere emesse il 25 aprile 2024 rispetto allo stesso giorno dell'anno precedente: Carta adulti 2 giorni +39% e Carta adulti 3 giorni +47%.

“In questi primi mesi dell'anno – commenta l'assessore Sartori – alle Cinque Terre si è avuto un evidente aumento delle carte plurigiornaliere di due o tre giorni, a fronte di un calo della vendita di biglietti delle corse singole, imputabile al maltempo che ha caratterizzato le festività pasquali e gran parte dei ponti primaverili. Malgrado il meteo incerto sono comunque cresciute le presenze rispetto allo stesso periodo del 2023 ed è da sottolineare che i Comuni di Spezia e Levanto hanno riscontrato un forte incremento del ricavato dell'imposta di soggiorno. Questi dati indicano quindi che è stato premiato un turismo di qualità e non quello mordi e fuggi, che crea principalmente disagi e che poco porta alle attività commerciali legate al turismo”.

“Da oggi, nelle stazioni di Levanto e Monterosso, Rfi ha attivato il servizio gratuito di assistenza ai disabili (Sala Blu). Inoltre a Monterosso è entrato in funzione il nuovo ascensore sul marciapiede del terzo binario, mentre a Levanto si sono conclusi gli interventi di accessibilità al sottopasso ed è fruibile il nuovo attraversamento a raso tra i binari ad uso del servizio assistenza persone a ridotta mobilità”.

Al termine del tavolo di monitoraggio è stata accolta da Regione Liguria la richiesta dei sindaci di aprire una discussione anche sulla governance della gestione dei flussi turistici. La prossima convocazione relativa al monitoraggio tariffario è prevista mercoledì 29 maggio con le associazioni di categoria, la cui richiesta di partecipazione è stata recepita da Regione, così come fatto nei mesi precedenti. Si prevede un nuovo aggiornamento sui dati dei biglietti ferroviari alle Cinque Terre a luglio.

Marco Magi