MARCO MAGI
Cronaca

Alisa: “Le liste d'attesa in Liguria non sono aumentate”

L'Azienda Ligure Sanitaria rimarca come le azioni intraprese abbiano dunque dato “risultati confortanti”

Ospedale

Ospedale

Genova, 5 febbraio 2024 – L'Azienda Ligure Sanitaria (Alisa) si sofferma sul trend delle liste d'attesa, affermando che i dati in loro possesso hanno evidenziato una stabilità nel 2023 rispetto al 2022, poiché a fronte di un aumento della domanda pari al 9 per cento, l’offerta ligure è aumentata del 10 per cento. “Non corrisponde quindi ad alcun dato presentato l’affermazione secondo cui le liste d'attesa in Liguria sarebbero aumentate di 850mila prestazioni – spiegano – . Anzi va rimarcato il fatto che l’aumento complessivo della produzione ambulatoriale e ospedaliera nel 2023 è stato pari a 56 milioni di euro”.

Le azioni per l’abbattimento delle liste d’attesa hanno dunque dato risultati confortanti, nonostante un aumento vertiginoso della domanda. “Anche per questa ragione l’impegno continua sul fronte dell’appropriatezza, con il coinvolgimento dei Diar e dei prescrittori, con tavoli regionali, con percorsi informatici insieme a Liguria Digitale, con il governo del percorso pre-intervento del paziente chirurgico in elezione”.

“Parallelamente ci sono le risorse stanziate per aumentare ulteriormente l’offerta che sarà prodotto sia delle manifestazioni d’interesse rivolte al privato accreditato (stanziamenti per 42 milioni di euro), sia attraverso le misure che interesseranno direttamente i nostri ospedali con finanziamenti mirati (12 milioni legati al piano operativo per il recupero delle liste d’attesa) e alle misure come il potenziamento delle attività dei nostri professionisti e la programmazione che Regione, Alisa e le aziende hanno messo in campo per raggiungere gli obiettivi”.