Mercato immobiliare, le seconde case per gli affitti estivi come bene rifugio

L’analisi della Fiaip sulle compravendite in Maremma evidenzia un trend ancora dinamico trainato in particolar modo da chi vuole acquistare per avere una fonte di reddito

Maremma, meta ambita dal turismo

Maremma, meta ambita dal turismo

Grosseto, 23 febbraio 2024 – Stabile e dinamico. Due aggettivi a descrizione del mercato immobiliare grossetano secondo i dati Fiaip 2023. Ma una riflessione salta all’occhio. Nel territorio grossetano si riscontra una spiccata richiesta per la compravendita e locazione e una scarsità di offerta. Ciononostante c’è una buona prospettiva di consolidare questo dato, valutando il miglioramento e riequilibrio del secondo semestre dello scorso anno rilevando il pensiero avuto durante il primo semestre dato dalle criticità come l’aumento dei tassi d’interesse e la situazione internazionale che non ha dato fiducia agli investitori.

Un dato interessante del 2023 è la crescita delle seconde case, una realtà legata ad immobili che avranno destinazione per attività turistica a ricettività. Il mercato nel territorio grossetano ha un incremento a doppia cifra. Perché? La vocazione turistica presenta un’ottima redditività senza rischi di morosità. Si può fare una classificazione sul mercato locale in quattro fasce. A fare da padrona nei valori e compravendita è la costa che ha mantenuto prezzi elevati, da Castiglione all’Argentario, Follonica e anche Grosseto.

‘Il nuovo mondo dove vivere’ però sono i borghi, luoghi indisturbati, a basso indice demografico dove viene riscontrata richiesta di soluzioni abitative per coniugare il desiderio della continuità lavorativa con la tranquillità sfruttando lo smartworking. Altro aspetto da sottolineare è l’apprezzamento degli stranieri verso la Maremma per l’ambiente, la quiete e anche per l’assenza infrastrutture. L’immobile preferito? Senza dubbio il trilocale. Il top dei desideri invece? La locazione turistica.

Una vetrina d’aiuto per il mercato immobiliare può essere sicuramente il progetto del Comune ‘Invest in Grosseto’ volto a rendere più attrattivo il territorio, un punto d’incontro tra imprenditori e operatori immobiliari. A fare il punto della situazione mostrando i dati del 2023, Serena Badiali presidente provinciale Fiaip.

"A caratterizzare la Maremma il boom di locazioni brevi e netto rilancio degli investimenti – dice –. Ci sono stati dei cambiamenti, i fondi si affittano ma a realtà diverse, ai servizi come le assicurazioni. Se da una parte finiscono le attività commerciali, che stanno passando un momento di difficoltà, si vende ad altri. C’è una trasformazione continua e noi come operatori dobbiamo gestire la situazione, restando aggiornati sul movimento. Il nostro territorio guarda al futuro con grande ottimismo, ha tanti aspetti unici sia a livello produttivo che umano".