Puliamo il Mondo, che successo. Studenti del Breschi in azione

Raccolti più di 3 chili di rifiuti tra plastiche, mozziconi e lattine. Terrosi: "La sensibilizzazione funziona"

Puliamo il Mondo, che successo. Studenti del Breschi in azione

Puliamo il Mondo, che successo. Studenti del Breschi in azione

Ieri mattina a Massa Marittima, le studentesse e gli studenti della scuola elementare "Don Breschi" hanno preso parte a una nuova tappa dello spin-off maremmano di "Puliamo il mondo", la più grande campagna di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente, che ogni anno vede impegnate e impegnati lungo tutto lo Stivale cittadine e cittadini accomunati dalla ferma volontà di fare la propria parte per la tutela dell’ambiente, degli spazi urbani e delle aree verdi, ma anche per quella delle persone, senza alcun distinguo di razza, religione o cultura. Accoglienza, solidarietà e lotta alle disuguaglianze al centro della mattinata per aggiungere, tutte e tutti insieme, un tassello al grande mosaico della battaglia per costruire un "clima di pace" e una transizione ecologica giusta e veloce. Con le studentesse e gli studenti, anche l’assessore all’ambiente del Comune, Ivan Terrosi, e il presidente di Legambiente Festambiente Aps, Angelo Gentili. Durante la mattinata, sono stati raccolti 3 chili di rifiuti tra plastiche, mozziconi di sigarette, carte e lattine. "Come avviene ogni anno sul nostro territorio, i bambini hanno partecipato con entusiasmo a questa iniziativa di Legambiente – afferma Terrosi - confermando l’efficacia delle azioni di sensibilizzazione che sono rivolte alle nuove generazioni, attraverso la scuola. L’auspicio è quello di arrivare anche alle famiglie, spiegando l’importanza della salvaguardia dell’ambiente. In questa seconda giornata di raccolta sono stati coinvolti gli studenti della scuola primaria di Massa Marittima, il giorno prima erano all’opera quelli di Prata e concluderemo con la scuola di Valpiana. Durante la raccolta dei rifiuti da parte dei bimbi è stata trovata anche una vecchia bicicletta". "Puliamo il Mondo - ha aggiunto Gentili - prosegue la sua corsa maremmana, consegnandoci la fotografia di un territorio sempre più sensibile bei confronti delle tematiche ambientali. In ogni tappa, abbiamo ribadito l’importanza delle azioni dei singoli in sinergia con amministrazioni comunali e giovani studenti. . Quelle di Puliamo il mondo non devono restare azioni isolate. Serve che, in ogni luogo, si prosegua quotidianamente con azioni volte alla conoscenza e alla sensibilizzazione. Siamo più che convinti che anche Massa Marittima andrà in questa direzione e ringraziamo l’amministrazione tutta e l’assessore Terrosi per averci ancora una volta ospitati."