STEVEN SANTAMARIA
Cronaca

"Puliamo il mondo", anzi no le Mura. Gli alunni della media Pascoli hanno raccolto 15 chili di rifiuti

Successo per l’iniziativa promossa da Legambiente. I ragazzi, insieme all’assessora Vanelli e ai volontari dell’associazione del Cigno, hanno tolto mozziconi di sigarette, bottiglie di birra, plastiche e carta .

"Puliamo il mondo", anzi no le Mura. Gli alunni della media Pascoli hanno raccolto 15 chili di rifiuti

"Puliamo il mondo", anzi no le Mura. Gli alunni della media Pascoli hanno raccolto 15 chili di rifiuti

Nella mattinata di ieri, a Grosseto, le studentesse e gli studenti delle classi terze della scuola media "Giovanni Pascoli" hanno preso parte alla tappa nel capoluogo dello spin-off maremmano di "Puliamo il mondo", la più grande campagna di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente, che lo scorso weekend ha visto impegnati lungo tutto lo stivale cittadine e cittadini accomunati dalla ferma volontà di fare la propria parte per la tutela dell’ambiente, degli spazi urbani e delle aree verdi, ma anche per quella delle persone, senza alcun distinguo di razza, religione o cultura. Accoglienza, solidarietà e lotta alle disuguaglianze al centro della mattinata per aggiungere, tutte e tutti insieme, un tassello al grande mosaico della battaglia per costruire un "clima di pace" e una transizione ecologica giusta e veloce. Con le studentesse e gli studenti, anche l’assessora all’ambiente del Comune, Erika Vanelli, e il presidente di Legambiente Festambiente Aps, Angelo Gentili. Durante la mattinata, sono stati raccolti 15 chilogrammi di rifiuti tra mozziconi di sigarette, bottiglie di birra, plastiche di vario genere e carta.

"Puliamo il Mondo – dice Gentili – è molto di più di un’azione finalizzata alla liberazione di aree verdi e spazi urbani dai rifiuti: rappresenta l’importanza delle azioni dei singoli, mettendo al centro la parte più bella della società, quella pronta a rimboccarsi le maniche e mettercela tutta per fare la propria parte. I giovani e giovanissimi sono consapevoli che per costruire un clima di pace è necessario mettere al centro anche le politiche ambientali. La tappa grossetana va in questa direzione. Da loro si sta muovendo in tutto il mondo uno slancio positivo e propositivo che non deve restare inascoltato. L’azione che abbiamo svolto qui nel capoluogo, abbiamo l’ambizione che possa diventare un esempio da replicare, affinché tutte le comunità, in ogni senso, possano dirsi libero dai rifiuti. Grazie al Comune di Grosseto e all’assessora Vanelli per la sinergia con la nostra associazione e per continuare ad alzare l’asticella sul fronte ambientale. Un percorso che ha dato e continuerà a dare frutti".