Piano sviluppo e coesione quasi 2 milioni a Grosseto

Ecco "Area Punto Zero" e l’adeguamento sismico per scuola di via Mazzini

Piano sviluppo e coesione quasi 2 milioni a Grosseto
Piano sviluppo e coesione quasi 2 milioni a Grosseto

Polo manifatturiero di via Genova, arrivano i fondi dal Piano di sviluppo e coesione del Governo Meloni: la giunta della Regione Toscana ha infatti approvato la richiesta di finanziamento avanzata dal Comune di Grosseto. Si tratta di un milione e 300mila euro. Tutto nasce dal masterplan "Area punto zero" presentato all’Amministrazione comunale da Confindustria Toscana Sud nel 2022. Una solida idea cui l’Ente ha voluto dare concretezza avviando la fase di progettazione. Un passaggio, realizzato prontamente dagli uffici, che ha reso possibile giungere a questo prezioso risultato. All’interno dell’atto regionale è rientrato anche l’adeguamento sismico e antincendio della scuola di via Mazzini, nel cuore della città, per un importo pari a 620mila euro: anch’esso richiesto dal Municipio.

"Sono – commenta il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna – estremamente soddisfatto del lavoro svolto e dalla positiva conclusione di questi due percorsi. Con l’intervento in via Genova andiamo a riqualificare un’area della città che vede la presenza di molte tra le più significative aziende del territorio: lì sorgerà un vero e proprio polo dell’eccellenza manifatturiera di cui andremo orgogliosi. Quanto ai lavori di via Mazzini posso dire che sono entusiasta: da tempo volevamo migliorare la qualità di quel plesso scolastico. Voglio ringraziare gli uffici che hanno lavorato sodo, al pari dei miei assessori Fabrizio Rossi e Riccardo Ginanneschi e del capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Francesco Torselli: tutti hanno profuso un forte impegno che è stato ben ripagato dai fatti".