Nuovi attacchi a Vasellini: "Il consigliere mente"

Replica degli organizzatori della manifestazione sull’aborto In piazza Dante "Nessuno gli ha vietato di parlare. E’ lui che ha provocato i presenti".

Nuovi attacchi a Vasellini: "Il consigliere mente"
Nuovi attacchi a Vasellini: "Il consigliere mente"

Prosegue il botta e risposta dopo le accuse di sessismo in cui è incappato Andrea Vasellini, consigliere comunale di centrodestra, eletto nella lista civica del sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna, per aver postato sui social una foto di Elly Schlein con Rosy Bindi con la scritta "Buon Halloween". "Quella della scorsa settimana è stata una manifestazione all’insegna della non-violenza sia nella sua preparazione che nel suo svolgimento. Abbiamo avuto personalmente il piacere di invitare il sindaco perché poteva essere, e in parte è stata, un’occasione di confronto con la cittadinanza. Con il senno di poi, portarsi dietro il consigliere Vasellini non lo ha aiutato a sfruttare questa opportunità al meglio". Iniziano così Michele Bottoni, Cristian Marchini e Cosimo Garofalo, organizzatori del presidio in piazza contro l’aborto. "In ogni caso, è stato Michele Bottoni ad invitare esplicitamente il consigliere Vasellini a fare un intervento e argomentare le proprie idee dato che era già sul palco a fare da sfondo al sindaco: "ma la sua risposta è stata un no seccato. Che gli sia stato vietato di parlare è falso".

Vasellini aveva detto di essere stato attaccato verbalmente e fisicamente e quindi insultato. Il consigliere ha anche detto di essere stato spinto e minacciato tanto che "uno degli organizzatori ha trascinato via a forza uno dei più agitati mentre urlava istericamente". Secondo gli organizzatori invece "Vasellini non ha voluto parlare alla piazza e da quando è arrivato non ha mancato di provocare i manifestanti – aggiungono smentendo le sue parole – riprendendo le loro reazioni, evidentemente per potersi poi creare una sua narrazione. L’atteggiamento del consigliere è stato fin dall’inizio di disturbo al sereno svolgimento della manifestazione ed è culminato nello zittire una cittadina, con la frase: ‘stai a cuccia’. È solo dopo questa frase inaccettabile che alcuni manifestanti hanno comprensibilmente protestato". Gli organizzatori chiudono: "Nella nostra attività politica abbiamo scelto il metodo del dialogo, del confronto e del rispetto per le istituzioni, a quanto pare invece il consigliere Vasellini preferisce agire diversamente. Gli insulti sessisti ad Elly Schlein e Rosy Bindi contenuti in un post pubblicato dal consigliere comunale Andrea Vasellini sono diventati un caso nazionale, ricoprendo nuovamente di vergogna la nostra città e, soprattutto, offendendo tutte le donne".