"Ispettori ambientali, ottimo lavoro. L’organico sarà ampliato"

Il Comune di Monte Argentario intensifica il controllo ambientale con ispettori che hanno emesso oltre 550 multe in un anno. Il servizio ha portato a un miglioramento del decoro urbano, con l'ente che valuta positivamente l'operato degli ispettori. Nuove misure prevedono nove ispettori ambientali per monitorare e sanzionare violazioni legate ai rifiuti.

"Ispettori ambientali, ottimo lavoro. L’organico sarà ampliato"

"Ispettori ambientali, ottimo lavoro. L’organico sarà ampliato"

Circa 300 multe dall’inizio del 2024, ma sono oltre 550 i verbali emessi in un anno solare da quando è iniziato il servizio degli ispettori ambientali. Calcolando una media di 110 euro a infrazione, sono dunque circa 60mila euro che il Comune potrà utilizzare, in parte, per pagare il servizio di Sei Toscana. E adesso il Comune rinnova la scelta di dotarsi di figure predisposte al controllo e l’accertamento delle violazioni in materia di rifiuti, come "strumento" che ha permesso di far registrare "un miglioramento del decoro urbano – si spiega – su tutto il territorio comunale".

L’ente, infatti, ha valutato come "ampiamente positivo il lavoro degli ispettori ambientali durante il primo semestre 2024 – spiega l’assessore all’ambiente Michele Vaiani – e il supporto fornito alla Polizia municipale". Nominati dunque nove ispettori ambientali, che agiranno come pubblici ufficiali con poteri di segnalazione, anche tramite strumenti tecnici, di violazioni amministrative. Consisteranno nel presidio e nel controllo dello stato dell’igiene ambientale per quanto riguarda i rifiuti a livello territoriale; nel controllo dei conferimenti dei rifiuti nei punti e nei contenitori dedicati alle varie articolazioni di raccolta e al di fuori degli stessi; nel controllo delle modalità di svolgimento del servizio in generale, segnalando ai settori operativi situazioni di degrado o pericolo, oltre a particolari concentrazioni di rifiuti che richiedano tempestivi interventi supplementari; nel presidio informativo e di prevenzione agli utenti civili, industriali, artigianali e commerciali. "È difficile coprire tutto il territorio – sottolinea Vaiani –, ma adesso l’ambiente in parte risulta più pulito. Cambieremo il regolamento di igiene urbana, verrà aggiornato l’allegato relativo alle sanzioni. Verranno aumentate anche in relazione a quando avviene negli altri territori, ad esempio a Orbetello ogni verbale viene pagato 500 euro".

Andrea Capitani