Giornata di preghiera e digiuno a Grosseto: la comunità al fianco di Gerusalemme

La Diocesi di Grosseto aderisce all'appello del Patriarca latino di Gerusalemme, invitando alla preghiera e al digiuno per invocare pace su Gerusalemme. Oggi in diverse chiese ci saranno ritrovi, messe, adorazioni e veglie di preghiera.

Anche la comunità diocesana di Grosseto aderisce all’appello lanciato dal cardinale Pierbattista Pizzaballa, Patriarca latino di Gerusalemme, di dedicare la giornata di oggi alla preghiera e al digiuno, per invocare "pace su Gerusalemme".

"Non preghiamo per scaricare su Dio la responsabilità di far trionfare la pace dove c’è la guerra – dice don Paolo Gentili, vicario generale della Diocesi –, ma per fare nostre le parole di preghiera semplice: Signore fai di me uno strumento della tua pace. È Lui la pace ed è lui che fa dei due un popolo solo".

Oggi in cattedrale alle 17.30 ritrovo per il Rosario, alle la messa e a seguire adorazione eucaristica promossa dall’Ordine equestre del santo sepolcro. A Santa Lucia alle 17.30 Rosario, alle 18 la messa e a seguire Adorazione eucaristica fino alle 21.30 (con digiuno a cena). Alla Santa Famiglia alle 17.3O Rosario, poi il 31 ottobre veglia di preghiera. All’Addolorata adorazione eucaristica continua dalla Messa delle 8 alle 18, al Sacro Cuore veglia di preghiera dalle 16 alle 18, al Ss. Crocifisso Rosario comunitario alle 21, a Marina di Grosseto adorazione eucaristica dalle 21 alle 22, a Scarlino Scalo messa per la pace e la giustizia alle 8, poi Adorazione Eucaristica fino alle 11. A Scarlino, chiesa di San Martino, invece, alle 15.30 Rosario francescano per la pace.