Zone trenta. Raccolta firme per dire no

Fratelli d'Italia avvia raccolta firme a Firenze contro l'istituzione generalizzata delle zone 30 km/h, criticando l'approccio ideologico dell'amministrazione e chiedendo criteri più razionali. Firme saranno raccolte in vari punti della città.

Zone trenta. Raccolta firme per dire no

Zone trenta. Raccolta firme per dire no

Al via la raccolta firme di Fratelli d’Italia contro l’istituzione generalizzata delle zone 30 km/h. "Se è indubbio - spiegano i consiglieri comunali di Fdi a Palazzo Vecchio Alessandro Draghi e Jacopo Cellai (nella foto) - che la sicurezza stradale rappresenti un obiettivo prioritario da perseguire attivamente e che, pertanto, in talune zone sensibili sia sacrosanto prevedere un limite di velocità non superiore a 30 km/h, troviamo, allo stesso tempo, assolutamente insensata e dettata da esclusiva fede ideologica l’estensione generalizzata, senza criteri obiettivi di funzionalità e ragionevolezza, delle zone 30 in città".

"Per questi motivi abbiamo deciso di lanciare una raccolta firme per dire no alla realizzazione aprioristica delle zone 30 - concludono -. Ci teniamo ancora una volta a ribadire che la nostra non è una contrarietà aprioristica allo strumento in quanto tale, bensì all’abuso che ne sta facendo l’amministrazione, la quale, piuttosto, dovrebbe concentrare la sua attenzione anche su altre tematiche di importanza vitale per la sicurezza stradale, in questi anni fortemente trascurate, ad esempio quella della segnaletica stradale".

Sarà possibile firmare la petizione ai gazebo di Fratelli d’Italia che si terranno domani piazza Bartali (Coop Gavinana-Galluzzo), dalle 10 alle 13 e dopodomani in piazza Dalmazia, dalle 10 alle 13. I cittadini potranno recarsi direttamente alla sede del partito di via Il Prato 11/R, tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 (no sabato e domenica).

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro