Via del Roncolino, sos dei residenti: "Ripresa l’occupazione abusiva"

Gli abitanti riferiscono il viavai nella struttura sgomberata con cani di grossa taglia lasciati sguinzagliati tra le case.

Via del Roncolino, sos dei residenti: "Ripresa l’occupazione abusiva"

Via del Roncolino, sos dei residenti: "Ripresa l’occupazione abusiva"

La tensione torna alle stelle in quell’ultimo fazzoletto di campagna al confine tra Scandicci e Firenze, fra San Giusto e Ponte a Greve. È stato occupato nuovamente il casolare sul lato scandiccese della strada che già anno scorso fu oggetto di occupazione da parte di balordi che spadroneggiavano con incursioni in cortili e orti, risse, persino un duello con il machete, fino ad arrivare a un incendio che ad agosto sancì lo sgombero. Leroy Merlin, proprietaria di questo terreno dove sarebbe dovuto sorgere uno store, vittima essa stessa di quell’occupazione, mise poi in sicurezza murando gli accessi. "Già circa un mese fa vedevamo dei nordafricani aggirarsi per il terreno – raccontano dei vicini impauriti –. Subito abbiamo scritto una pec ai Comuni di Scandicci e di Firenze, alla prefettura e Leroy Merlin. Una settimana fa poi hanno sfondato una finestra murata. La cosa che ci preoccupa di più sono i cani che lasciano liberi, simil-mastini e dogo, che ringhiano e abbaiano. Non riusciamo a uscire di macchina ed entrano nei nostri orti. I nostri figli giocano nei campi e tornano a casa in bicicletta. Abbiamo paura, sono molto aggressivi. Ripariamo le recinzioni, ma gli occupanti le risfondano" "Siamo ben a conoscenza e stiamo monitorando da tempo la situazione – dice l’assessore alla Sicurezza Vignozzi – Abbiamo ricevuto delle segnalazioni da alcuni cittadini in merito a presunte nuove problematiche c e stiamo provvedendo ad effettuare alcuni controlli e ad informare la proprietà al fine di mettere in atto tutte le misure di sicurezza".

Carlo Casini