STING_137962_170912
STING_137962_170912

Firenze, 30 agosto 2014 - E' la notizia della settimana, se non del mese. La più discussa, quella su cui si è più ironizzato. L'idea del cantante Sting di far pagare chiunque voglia avere l'onore di cogliere olive e partecipare alla vendemmia della sua tenuta infiamma il web da giorni, dopo la notizia resa nota dal Telegraph. Discussioni e interventi dei navigatori del web si sprecano anche sulla pagina Facebook de La Nazione. Ma alla fine, cosa ha in cambio un cittadino che voglia pagare i 262 euro per lavorare un giorno nella tenuta di Sting "Il Palagio" a Figline Valdarno? La Nazione ha curiosato nella pagina web della tenuta che riguarda appunto questa nuova iniziativa a pagamento. Sulla pagina stessa è stata resa nota la scansione temporale della giornata. Pagati i 262 euro, l'appuntamento in una data da scegliere tra ottobre e novembre, mesi clou per la raccolta, è alle 11.30 del mattino. Quando la tenuta offrirà all'ospite un pic nic sul prato. Terminato il pic nic, alle 13 inizia il lavoro vero e proprio. A guidare l'ospite su come cogliere i frutti della terra saranno i contadini della tenuta. Il lavoro vero e proprio durerà circa quattro ore, fino alle 17. A quel punto si torna dai campi alla tenuta, dove ci sarà tutto il tempo per rinfrescarsi. Dalle 17.30 alle 19 spazio invece per la degustazione dei vini della tenuta. E Sting sarà con gli ospiti? E' la domanda che più interessa gli avventori. Sul sito non ci sono informazioni approfondite su questo. Ma certo, per una cifra certo non alla portata di ogni tasca in questo momento, almeno una stretta di mano sarebbe d'obbligo.