Usura
Usura

Firenze, 20 ottobre 2020 - Nei giorni peggiori del lockdown aveva chiesto un prestito a un collega di lavoro per far fronte a delle spese. Ma poi si e' sentito minacciare per riavere indietro la somma con interessi pari al 300% annuo. Nei guai una coppia di Firenze: l'uomo è stato arrestato dai militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Firenze, che hanno dato esecuzione a un'ordinanza del gip del tribunale di Firenze, Angela Fantechi, emessa su richiesta del pm Giuseppe Ledda. Il giudice ha disposto le misure degli arresti domiciliari e del divieto di avvicinamento alla persona offesa.

Contemporaneamente è stata data esecuzione anche al sequestro degli interessi usurai corrisposti. L'articolata attivita' d'indagine, svolta dal secondo Nucleo Operativo Metropolitano di Firenze sotto la direzione della Procura, e' nata durante il periodo di "lockdown", nell'ambito delle azioni che la Guardia di Finanza svolge costantemente al fine di evitare che la criminalita' possa approfittare di stati di difficolta' dei cittadini e delle imprese. La vittima si era avvicinata all'usuraio attraverso una collega di lavoro per una cifra modesta utile a far fronte ad alcune spese correnti, subendo rapidamente pressanti richieste di interessi sempre maggiori, sino ad arrivare a un tasso del 300% annuo, nonche' intimidazioni e minacce.