Spaccate a Firenze, Nardella: “Ora pattugliamento notturno massiccio”

Intanto la prefettura convoca un nuovo Comitato per la sicurezza

Spaccate e furti a Firenze, la protesta dei commercianti

Spaccate e furti a Firenze, la protesta dei commercianti

Firenze, 28 novembre 2023 – Dopo le nuove spaccate alle vetrine dei negozi di Firenze e la protesta organizzata dai commercianti in Borgo Ognissanti, la prefettura convoca un nuovo Comitato per la sicurezza aperto, ancora una volta, alle associazioni di categoria.

E lunedì prossimo, al tavolo, "chiederemo un pattugliamento notturno massiccio nelle strade del commercio" in capo "alle forze dell'ordine: carabinieri, polizia e baschi verdi della Guardia di Finanza".

Lo anticipa il sindaco, Dario Nardella, nel corso della rassegna stampa di Italia 7, dove aggiunge: dal vertice "assolutamente opportuno, auguriamoci davvero che emergano impegni molto concreti, perché capisco la stanchezza e la paura dei commercianti. Non possiamo tollerare una situazione del genere". Il sindaco, quindi, conferma gli ultimi due impegni presi in senso cronologico dal municipio, ovvero gli 800.000 euro che stanzierà Palazzo Vecchio per "stare accanto ai commercianti": 400.000 per il progetto negozi sicuri (il fondo da 1,2 milioni alimentato anche dalla Camera di commercio e dalla Fondazione Cr Firenze per aiutare i commercianti a pagare interventi come la videosorveglianze o la blindatura delle vetrine); altri 400.000 destinati ai centri commerciali naturali, cioè quei complessi di negozi che hanno preso vita intorno ad alcune strade, "affinché possano pagare pattuglie di vigilanza armata privata durante la notte".

Nardella, inoltre, torna a chiedere l'impegno dello Stato: "Non è possibile che di notte siano disponibili solo quattro pattuglie di polizia, come mi è stato riferito. La sicurezza si garantisce solo con le forze dell'ordine presenti sul territorio. Se si ricorre alla vigilanza privata è evidente che le risorse disponibili che lo Stato mette a disposizione della città non sono sufficienti. E io continuo a non capire il perché il governo non metta in campo un piano straordinario per la sicurezza nelle città, perché il problema non è solo di Firenze, ma di tutte le grandi città. Il governo deve garantire il presidio con le forze dell'ordine: solo a Firenze servono almeno 200" agenti in più. 

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro