Si sente male alla guida della jeep. Muore macellaio di San Casciano

Morto Gino Nencioni, 83 anni, in un incidente mentre rientrava da una battuta di caccia. Un'altra persona, un operaio di 60 anni, è stata ricoverata in codice rosso. La notizia ha lasciato attonito il paese.

Si sente male alla guida della jeep. Muore macellaio di San Casciano

Si sente male alla guida della jeep. Muore macellaio di San Casciano

È morto per un malore Gino Nencioni, all’interno del proprio fuoristrada mentre rientrava da una battuta di caccia al cinghiale. L’uomo, 83 anni, era il macellaio di San Casciano molto noto in paese proprio per la sua attività nel centro storico con il negozio in via Morrocchesi che ha portato avanti fino a qualche anno fa. Ieri poco dopo alle 13,30 si trovava in via Petriolo di ritorno dalla zona di Lamole dove era andato per una battuta di caccia al cinghiale, non effettuata per il maltempo. Sono stati i suoi compagni cacciatori a far scattare i soccorsi. All’improvviso Nencioni, che era da solo, ha perso il controllo della jeep poco dopo Vignamaggio, ed è finito fuoristrada. Il mezzo si ribaltato e per soccorrere l’uomo è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Sul posto il 118, che ha constatato il decesso, la polizia municipale e i carabinieri. Nencioni è stato sempre un grande appassionato di caccia, passione che aveva potuto godere a pieno da quando era in pensione. La notizia della sua morte ha lasciato attonito tutto il paese dove era molto apprezzato e conosciuto dai clienti della macelleria e da tutti i sancascianesi. Qualche ora prima, alle 10,35, nella zona industriale della Zambra, a Barberino Tavarnelle, un operaio di 60 anni si era sentito male all’interno delle fabbrica dove lavorava. Qui, in via Pisana è intervenuto anche Pegaso. L’operaio è stato ricoverato in codice rosso.

Andrea Settefonti