PRESSPHOTO Firenze, Sciopero dei sindacati di base contro la guerra. Corteo

Giuseppe Cabras/New Press Photo
PRESSPHOTO Firenze, Sciopero dei sindacati di base contro la guerra. Corteo Giuseppe Cabras/New Press Photo

Firenze, 18 marzo 2016 - Disagi al traffico questa mattina per un corteo in occasione dello sciopero nazionale  indetto dai sindacati di base. Circa 350 le persone che hanno sfilato per le strade. Il corteo è partito da piazza Dalmazia, in zona Rifredi, e ha raggiunto piazza Adua, nei pressi della stazione di Santa Maria Novella, attraversando i viali, come previsto in base al percorso preavvisato alla questura.

La manifestazione, durante la quale non si sono verificati disordini, ha provocato disagi al traffico con blocchi temporanei della circolazione e rallentamenti. Ad aprire il corteo, a cui hanno aderito anche studenti delle scuole superiori e alcuni esponenti dei centri sociali, lo striscione con la scritta 'Avete fatto un deserto e lo avete chiamato pace, capitalismo è barbarie'. Durante la manifestazione sono stati scanditi slogan «contro la guerra» e «contro il commercio delle armi». Sul fronte della politica interna, la protesta è stata indetta, tra l'altro, «per protestare contro il Jobs Act», «contro la riforma della scuola» e contro «lo smantellamento dei servizi essenziali». Sul fronte delle viabilità il momento più critico della mattinata si è registrato nella zona della Fortezza da Basso tra le 11,30 e le 12, quando il corteo ha attraversato viale Belfiore, via Guido Monaco e viale Fratelli Rosselli.