"Schiacciati dal turismo, cambiare la legge Bersani"

Il presidente di Tni Ristoratori Italia, Raffaele Madeo, critica la legge Bersani del 1998 che ha liberalizzato il commercio a Firenze, causando la scomparsa delle botteghe. Chiede una revisione della legge per salvare le attività locali.

"Schiacciati dal turismo, cambiare la legge Bersani"

"Schiacciati dal turismo, cambiare la legge Bersani"

"Firenze è schiacciata dal turismo ma il problema è un altro: se non ci sono più botteghe la causa è in primis la legge Bersani, introdotta nel 1998, che ha liberalizzato completamente il settore del commercio, facendo sparire le licenze". Il presidente di Tni Ristoratori Italia Raffaele Madeo torna sul dibattito generato dalla direttrice della Galleria dell’Accademia Cecilie Hollberg, molto criticata per le sue frasi sulla Firenze ‘meretrice’, tanto da doversi poi scusare. Madeo ha spiegato che "le piccole botteghe sono pochissime e stanno morendo per colpa di questa legge scellerata, che da tempo chiediamo venga rivista. Prima, quando una famiglia di commercianti, dopo quarant’anni di lavoro, lasciava l’attività - prosegue Madeo - aveva la sua licenza da vendere, che valeva dai 60 ai 90mila euro. Ma oggi? Dopo decenni di sacrifici e di duro lavoro si va in pensione disperati". Madeo ha lanciato un appello alla politica: "Chiedo di mettere al centro il tema della modifica alla legge Bersani. La Regione ci può mettere mano. Dunque che il Comune faccia pressione su di essa perché si riveda una legge che ha portato al fallimento le botteghe della città".

Niccolò Gramigni