Sanità, 336 candidati per diciotto assunzioni

La Regione Toscana ha ricevuto 336 candidature per 18 posti di lavoro a tempo indeterminato negli ospedali periferici, di montagna e delle isole. Il bando, unico in Italia, offre incentivi e percorsi di carriera per giovani medici, risolvendo il problema della bassa attrattività di alcuni presidi. Il governatore Giani sottolinea l'importanza di garantire servizi diffusi per una sanità pubblica efficace.

Sanità, 336 candidati per diciotto assunzioni

Sanità, 336 candidati per diciotto assunzioni

Trecentotrentasei candidature per diciotto assunzioni a tempo indeterminato, in Toscana, negli ospedali periferici, di montagna e delle isole. Diciotto posti dove ai giovani medici che saranno assunti potranno esssere riconosciuti incentivi economici e percorsi di carriera e di professionalizzazione mirata. Pare aver riscosso successo il bando, sperimentale e unico in Italia curato da Estar, ora chiuso, che la Regione aveva promosso per dare una risposta al problema della bassa attrattività di alcuni presidi in tutte e tre le aziende sanitarie toscane. "Una sanità pubblica che funziona - dice il governatore toscano Eugenio Giani – ha bisogno di eccellenze e allo stesso tempo di servizi diffusi, così da garantire a tutti identiche opportunità di cura. Per farlo investiremo sulla sanità territoriale e nelle case di comunità, ma abbiamo bisogno anche di medici negli ospedali lontani dai grandi centri o nelle isole".