Summit dell’ultradestra a Firenze. Tre presidi e un corteo contro i sovranisti. Traffico, rischio paralisi

Stamani i leader ospiti di Salvini si ritroveranno alla Fortezza da Basso. Contromanifestazioni ’moderate’ e protesta degli antagonisti. Alle 15 c’è anche la Fiorentina al Franchi: la viabilità sotto stress

Previste proteste in città contro i leader delle destre europee

Previste proteste in città contro i leader delle destre europee

Firenze, 3 dicembre 2023 – Giornata da bollino nero a Firenze, per il traffico e non solo. Le destre europee, convocate da Matteo Salvini in vista del doppio appuntamento elettorale del 2024 (amministrative ed europee), sono attese nella mattinata di oggi alle 11 alla Fortezza Da Basso: l’evento, come sottolineato dal vicepremier nei giorni scorsi, servirà per esporre "l’idea di un’altra Europa fondata sulla libertà". L’appuntamento, organizzato dal gruppo Identità e democrazia, ha riscosso un’adesione a singhiozzo, con molti big dei partiti europei che hanno dato Forfait alla chiamata del leader della Lega.

Al contrario, parteciperanno in tanti domani alle contromanifestazioni in programma nelle piazze e per le strade della città. In tutto sono previsti tre presidi e un corteo, tutti per contestare Salvini e i suoi colleghi europei. Chi le promuove cerca di minimizzare il rischio di incidenti tenendole lontane dal luogo dell’incontro, ma secondo le prime indiscrezioni, sono attesi centinaia di manifestati pronti a ’intasare ’ le vie del centro e congestionare il traffico veicolare.

Tre i punti di ritrovo fissati indicativamente per le 10 di stamani, tutti e tre dal forte significato simbolico: ponte Vespucci (dove fu ucciso Idy Diene), piazza Dalmazia (luogo dell’assassinio di Samb Modou e Diop Mor) e via Taddea (dove fu ucciso Spartaco Lavagnini). Un sit in di protesta (dove forse confluiranno i tre succitati) è poi fissato a piazzale Michelangelo per le 11:30. È lì che sarà esposto un grande striscione con un messaggio antifascista.

Questo il programma dei contestatori più ’moderati’, ma c’è un altro appuntamento già convocato da giorni: quello che riunirà esponenti dei centri sociali e del movimento studentesco, sotto l’egida di Firenze Antifascista, fissato per le 15 a Porta al Prato. Il corteo prenderà il via alle 15 e proseguirà su via Il Prato, via Santa Lucia, via degli Orti Oricellari, via Alamanni, piazza della Stazione, piazza Adua, via Cennini, via Faenza, piazza del Crocifisso, via Dionisi, viale Strozzi, via Ridolfi per concludersi in piazza Indipendenza. A quel punto, però, in Fortezza dovrebbe essere tutto finito. Ma il rischio di scontri con le forze dell’ordine rimane comunque alto.

A farne le spese, in ogni caso, saranno i cittadini che vorranno spostarsi in quel momento della giornata in città, considerando anche che in contemporanea, con il fischio di inizio alle ore 15, allo stadio Franchi andrà in scena la partita di serie A Fiorentina vs Salernitana.

Intanto, Autolinee Toscane fa sapere che oggi "dovrà necessariamente variare il servizio". Saranno diciassette le linee direttamente interessate dalle deviazioni: nello specifico le linee 6, 7, 11, 12, 13, 14, 17, 20, 23, 31, 32, 36, 37, 39, C2, C3, C4. E ulteriori "disagi si potrebbero verificare sull’intero servizio urbano", concludono.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro