Arrivano a Firenze le nuove macchine ‘mangia plastica’. Ecco dove e cosa sono

Tre macchinari sono stati appena installati nella zona che va da Campo di Marte a la Fortezza. Altri due sono in arrivo nella zona nord della città

L'ecocompattatore alla stazione Santa Maria Novella
L'ecocompattatore alla stazione Santa Maria Novella

Firenze, 7 febbraio 2024 – Le macchine ‘mangia plastica’, tecnicamente chiamate ecocompattatori, non sono una novità per la città di Firenze, già si possono trovare presso i centri commerciali Coop di Gavinana, Ponte a Greve e via Carlo del Prete. Visto il grande utilizzo da parte della cittadinanza, l’assessore all’ambiente Andrea Giorgio ha deciso di collocarne altre tre: uno ai giardini intitolati a Niccolò Galli a Campo di Marte, uno davanti alla stazione di Santa Maria Novella, lato via Valfonda e infine uno accanto alla Fortezza da Basso. Nei prossimi mesi è prevista l’installazione di altre due macchine, uno in piazza dell’Isolotto e uno al Parco di San Donato

Come funzionano

I cittadini portano le bottiglie in plastica che hanno contenuto liquidi alimentari e le inseriscono dentro la macchina dove vengono compattate in piccoli cubi, che verranno poi conferiti nell’impianto di riciclaggio per diventare nuovamente bottiglie. In questo modo ci sono meno sprechi e conferimenti più corretti, così da aumentare la pratica del riciclo e la seconda vita dei materiali. Nei punti vendita Coop gli ecocompattatori danno anche punti sulle carte soci dei clienti della cooperativa.

I numeri del Comune

 “Vogliamo diffondere sempre più l’uso di questo strumento perché permette una migliore raccolta differenziata e più facilità di recupero della materia. I numeri delle sperimentazioni fatte sono ottimi: alla Coop di Ponte a Greve vengono portate circa 108 mila bottiglie al mese, a Gavinana 45 mila, in via Carlo del Prete quasi 40 mila. I cittadini apprezzano questo strumento e hanno capito l’importanza di ridurre i rifiuti e riciclarli correttamente. Anche le ricadute in termini ambientali sono notevoli: si stima che in media si sono risparmiati oltre 17 tonnellate di CO2 al mese”

“Vogliamo premiare tutti coloro che hanno adottato comportamenti virtuosi sui rifiuti, così da incentivare ulteriormente la raccolta differenziata. Il nostro obiettivo, è quello di raggiungere almeno 400 mila bottiglie al mese nei sei ecocompattatori finora installati. In Italia ogni anno consumiamo 9 miliardi di bottiglie di plastica e questa è responsabile dell’80% dell’inquinamento dei mari. Una singola bottiglia abbandonata nell’ambiente si degrada in 450 anni, per questo è così importante lavorare al suo corretto riciclo e perché i rifiuti diventino una risorsa”, ha concluso l’assessore all’Ambiente Andrea Giorgio

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro