Firenze, 25 ottobre 2020 - «La gogna mediatica che la polizia municipale di Firenze sta subendo» sui social media «in seguito ai fatti accaduti oggi pomeriggio in centro è veramente vergognosa. Come sindacato ci auguriamo che il comando usi tutte le proprie risorse per denunciare e perseguire le centinaia di persone che stanno gettando fango sulla divisa che con fatica e coraggio difendiamo tutti i giorni. Stesso appello lo giriamo all'amministrazione comunale al fine di tutelare i propri dipendenti».

Questa la presa di posizione, in una nota, del sindacato Uil Fpl per video apparsi sui social del controllo effettuato questo pomeriggio dai vigili in piazza della Repubblica a Firenze a una donna senza mascherina che stava passeggiando con un cane in piazza della Repubblica.

Nelle immagini si vedono intorno alla donna più agenti uno dei quali la trattiene mentre altri passanti stanno intorno: tra loro c'è chi polemizza con i vigili e e grida vergogna.

La donna, secondo quanto spiegato da Palazzo Vecchio, invitata a indossare la mascherina avrebbe dato in escandescenze venendo poi denunciata per resistenza a pubblico ufficiale, minacce e rifiuto di generalità.

«Chiediamo come sempre maggior sicurezza per gli operatori in quella situazione le mascherine fpp2 avrebbero garantito una maggior sicurezza agli operatori intervenuti. Chiediamo in questa situazione di profondo disagio sociale (vedi i recenti fatti di Napoli e Roma) un'attenzione maggiore da parte del comando nello strutturare servizi con un occhio rivolto alla sicurezza generale di tutto il corpo della polizia municipale»