Firenze, 13 febbraio  2020 - A poco meno di un mese dalla sua morte, Firenze rende onore a Narciso Parigi, vero ambasciatore della fiorentinità e del bel canto con le sue canzoni e i suoi film. Domenica 23 febbraio alle 17, infatti, il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio ospiterà la commemorazione ufficiale del grande cantante e attore. 

Un pomeriggio dedicato a Parigi che sarà introdotto dal sindaco Dario Nardella e vedrà un alternarsi di video e di canzoni con una selezione di brani tra i tantissimi che hanno reso famoso il cantante scomparso il 25 gennaio all'età di 92 anni. 

Addio a Narciso Parigi, Firenze perde la sua voce

Tre brani saranno eseguiti dal Coro del Maggio Musicale Fiorentino:  "Il valzer della povera gente", "Canzone Viola" (ovvero l'inno della Fiorentina) e "La porti un bacione a firenze". Altri quattro saranno cantati da Lorenzo Andreaggi (con Fabrizio Mocata al piano) il giovane cantante che ha raccolto il testimone di Parigi e che ha realizzato un disco con alcune delle canzoni dell'artista fiorentino. Il disco "Italia, America e Ritorno" (che ha avuto la direzione artistica dello stesso Parigi) dovrebbe uscire in primavera. 

Andreaggi canta Narciso Parigi in "Italia, America e ritorno"